Politica

Dall'Europa al reddito di cittadinanza, passando per pensioni d'oro e migranti. Un discorso programmatico ad ampio raggio quello del premier Giuseppe Conte che oggi si è presentato in Senato per chiedere la fiducia. Il primo dei due passaggi parlamentari obbligati per la nascita dell'esecutivo (domani si esprimerà la Camera). Il neo presidente del Consiglio ha invocato il voto favorevole dei senatori, non solo per "un governo", ma per un "progetto di cambiamento", contenuto nel noto contratto tra M5s e Lega. Contratto che non è "né di destra né di sinistra", e di cui lui stesso come "cittadino, mosso da uno spirito di servizio", si pone "garante". Ecco le frasi chiave pronunciate in Aula

VIDEO / "Se il populismo è ascoltare la gente allora siamo populisti"

VIDEO / "Sarò l'avvocato che tutelerà l'interesse del popolo"

Sport Tech Benessere Moda Magazine