Roma, 11 ottobre 2018 - Silvio Berlusconi dovrebbe convincersi a (ri)allearsi con la Lega. È questo l'obiettivo con cui all'interno di Forza Italia è stata creata una nuova corrente, esplicita fin dal nome: Forza Salvini. "Il patto tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini era chiaro: il leader del centrodestra sarebbe stato chi prendeva più voti alle elezioni: ha vinto Salvini, per cui Forza Italia sia conseguente", spiega il promotore Pietro Spizzirri, vicecoordinatore nazionale e coordinatore regionale dei club azzurri della Calabria. "Vogliamo far capire al presidente Berlusconi che il popolo di Forza Italia vuole essere alleato di Matteo Salvini e della Lega in questa rivoluzionaria azione di miglioramento del Paese". La corrente non ha però tra i suoi aderenti alcun parlamentare: "Molti ci guardano con interesse ma abbiamo preferito oggi far parlare i territori. La sala - spiega Spizzirri - è stata richiesta da Catello Vitiello", il parlamentare campano sospeso dal Movimento 5 Stelle poiché massone, oggi al gruppo Misto.

La corrente si autodefinisce "popolare e populista, vicina alla gente e lontana dai salotti romani". Ed è proprio l'elettorato azzurro, sostiene Spizzirri, che chiede a gran voce di apprezzare l'operato di Matteo Salvini e tutte le scelte di questo governo. Nessuno ovviamente pensa di lasciare il partito azzurro, semmai l'obiettivo è condizionarne da dentro la linea politica. allo scopo di sostenere la Lega di Salvini al Governo del Paese, "entrando in maggioranza invece di fare opposizione a ogni costo".

Ma l'iniziativa di Spizzirri, condita addirittura da bandiere tricolori di FI in cui campeggia la scritta "Forza Salvini", non è piaciuta affatto al partito berlusconiano. Spizzirri è stato "sospeso in via immediata" dal partito e deferito al collegio dei probiviri. "Nonostante l'invito a non utilizzare il simbolo di Forza Italia e a non porre in essere comportamenti che violino norme statutarie, il signor Spizzirri ha continuato ad assumere comportamenti inaccettabili", annuncia il responsabile organizzativo di Forza Italia, Gregorio Fontana.