Il leader del Pd Zingaretti e il capo politico M5s Luigi Di Maio (ImagoE)
Il leader del Pd Zingaretti e il capo politico M5s Luigi Di Maio (ImagoE)

Narni (Terni), 24 ottobre 2019 - Cinque Stelle e Centrosinistra insieme all'evento che chiude la campagna elettorale in Umbria. Il capo politico pentastellato Luigi Di Maio, il segretario del Pd Nicola Zingaretti e il ministro Roberto Speranza (Leu) si danno appuntamento sul palco dell'Auditorium di San Domenico di Narni, domani (ore 11), pre-vigilia delle elezioni regionali che vedono il candidato Pd-M5s Vincenzo Bianconi sfidare la senatrice leghista Donatella Tesei. Parteciperà al comizio anche Giuseppe Conte, mentre non ci sarà Matteo Renzi, grande assente fra gli azionisti di maggioranza del governo giallo rosso, Italia Viva.

"Stiamo lavorando in queste ore per un evento domani qui in Umbria con tutti i rappresentanti della coalizione di Governo per spiegare nei dettagli la manovra - annunciava questa mattina Luigi Di Maio, nel corso di una visita al cantiere della Terni-Rieti -. Inviteremo anche il presidente Giuseppe Conte, insieme al segretario del Pd Nicola Zingaretti, al ministro della Salute Roberto Speranza, insieme a chi vorrà partecipare, anche Italia Viva se lo vorrà". E ancora: "Dobbiamo spiegare chiaramente che questa è la manovra che mantiene una promessa, non aumenta l'Iva, che abolisce il superticket per la sanità, che istituisce un assegno unico per le famiglie che fanno figli e abbassa il cuneo fiscale". 

All'appello hanno risposto positivamente Pd e Liberi e uguali mentre Renzi si sarebbe smarcato. Questo, nonostante le rassicurazioni del leader di Italia Viva sulla fedeltà dell'esecutivo apparse oggi sul Corriere della Sera ("Il rischio elezioni non esiste") e le parole positive spese sulla manovra ("vediamo il bicchiere mezzo pieno"). 

L'ex premier sostiene la candidatura di Bianconi ma non ha candidati alle regionali umbre.