Schede elettorali di regionali e politiche (Lapresse)
Schede elettorali di regionali e politiche (Lapresse)

Roma, 5 marzo 2018 - Fontana verso la vittoria in Lombardia, Zingaretti nel Lazio. Dopo le elezioni politiche, si va definendo il quadro delle regionali. 

Elezioni regionali, lo spoglio in tempo reale

Risultati elezioni Lombardia

Risultati elezioni Lazio

LOMBARDIA - In un Paese spaccato a metà, in cui praticamente tutto il Nord è di centrodestra e il Sud è Movimento 5 stelle, secondo gli exit poll nella storica roccaforte azzurra il primo partito è la Lega di Salvini. Resta da capire se i dati reali confermeranno le tendenze anche a livello regionale. Bisogna ricordare, per esempio, che nelle regionali, al contrario delle politiche, esiste la possibilità di votare un candidato di un colore e una lista che non lo sostiene (voto disgiunto). E mentre il governatore uscente, Roberto Maroni, fa i complimenti a Matteo Salvini per i dati nazionali, il candidato leghista Attilio Fontana scalda i motori.

Man mano che procede lo spoglio delle schede elettorali lombarde, aumenta, nelle proiezioni, il vantaggio di Fontana rispetto a quello del centro sinistra Giorgio Gori. Secondo l'ultima proiezione diffusa dalla Rai, la settima dall'inizio dello spoglio, con una copertura di campione pari al 79%, l'ex sindaco leghista di Varese avra' il consenso del 47,6% mentre per il sindaco di Bergamo ha votato il 30,6% degli elettori. Segue con il 17,6%, il candidato del Movimento 5 Stelle Dario Violi e quello di Liberi e Uguali, Onorio Rosati, con il 2,4%. 

LAZIO - La regione del governatore uscente Nicola Zingaretti - Pd, ma ultimo baluardo del centrosinistra unito con Leu  - attende una riconferma. Si va sempre più definendo la situazione: nell'ultima proiezione della Rai  Zingaretti (centrosinistra) è dato al 34%, Stefano Parisi (centrodestra) al 30,6%, Roberta Lombardi (M5S) al 27,1%, e Pirozzi al 4,5%.