Il neo presidente della Toscana Eugenio Giani (Ansa)
Il neo presidente della Toscana Eugenio Giani (Ansa)

Roma, 22 settembre 2020 - Elezioni regionali 2020 in Toscana, Veneto, Puglia, Campania, Liguria, Marche, Valle d'Aosta: lo spoglio ha emesso i suoi verdetti. Si chiude con un 'pareggio' per 3 a 3 tra centrodestra e centrosinistra. Dove, a livello politico, vince il voto utile (significativo il disgiunto in Toscana e Puglia) e le liste dei candidati presidenti fanno il pieno di consensi, a scapito dei partiti. A risultati ormai definitivi, trovano conferma i dati delle proiezioni, consolidando una tendenza già emersa quasi ovunque dagli exit poll: in Toscana Eugenio Giani (centrosinistra) stacca nettamente Susanna Ceccardi (centrodestra). In Puglia, mentre gli exit poll davano un testa a testa, i voti reali fanno chiarezza. Michele Emiliano si impone con quasi 8 punti di scarto su Raffaele Fitto. Larghissima vittoria del centrodestra in Veneto (Luca Zaia oltre il 75%). Trionfa con ampio margine Francesco Acquaroli (centrodestra) nelle Marche. Oltre il 55% Giovanni Toti (centrodestra) in Liguria, mentre Vincenzo De Luca (centrosinistra) in Campania sfiora il 70%. Lega primo partito in Valle d'Aosta L'affluenza definitiva si assesta al 57,21%. Qui i dati del referendum. Oggi lo spoglio delle Comunali.

Meloni: "In un Paese normale domani al voto"

Regionali 2020, Zaia: "Obiettivo autonomia". Emiliano: "Cosa dire a Renzi? Nulla"

Toscana, lo spoglio

Dati definitivi

Eugenio Giani (centrosinistra) è al 48,6%, davanti a Susanna Ceccardi (centrodestra) 40,4%. Irene Galletti (M5S) 6,4%.

Liste

Il Pd risulta il primo partito a quota 34,7%. Poi Lega al 21,78%, Fratelli d'Italia al 13,5% e Forza Italia al 4,2. Il Movimento 5 stelle raggiunge il 7%, mentre Italia viva e + Europa si fermano al 4,4%.

Francesco Acquaroli, chi è il nuovo presidente (in pectore)

---

 

 

Marche, lo spoglio

Dati definitivi

Quando sono state scrutinate tutte le 1.576 sezioni, Francesco Acquaroli (centrodestra) è al 49,1%, davanti a Maurizio Mangialardi (centrosinistra) 37,2%. Gian Mario Mercorelli (M5S) 8,6%.

Liste

Il Pd (25,1%) risulta essere il primo partito nelle Marche. Segue la Lega (22,3%). Al terzo posto Fdi con il 18,6%. Forza Italia prende il 5,89%, Italia Viva con Demos, Psi e Civici il 3,1%. Movimento 5 Stelle al 7,1%. Poi Rinasci Marche 2,7, Udc - Popolari Marche 2,2, Civici - Civitas 2, Lista Mangialardi 2, Marche Coraggiose 1,4. 

---

 

Liguria, lo spoglio

Dati definitivi

Quando sono state scrutinate tutte le 1.795 sezioni, Giovanni Toti (centrodestra) è al 56,13% e conquista 18 seggi, davanti a Ferruccio Sansa (centrosinistra) col 38,90% (11 seggi). Aristide Massardo (Italia Viva-Psi+Europa) 2,42%, 0 seggi..

Liste

La lista 'Cambiamo' con Toti è il primo partito con il 22,6%. Il Pd ha il 19,8%, la Lega il 17,1%, M5S 7,78%, FdI 10,87%, Lista Sansa 7,14%, FI 5,27%, Italia Viva 2,4%.

---

 

Puglia, lo spoglio

Dati definitivi

Michele Emiliano (centrosinistra) è al 46,7% e conquista 27 seggi, davanti a Raffaele Fitto (centrodestra) col 38,9% (17 seggi). Antonella Larricchia (M5S) 11,12% (5 seggi), Ivan Scalfarotto (Italia Viva) 1,60% (0 seggi).

Liste

Per quanto riguarda le liste, quelle che sostengono Emiliano superano, insieme, il Pd. Il Partito Democratico è al 17,25%, Fdi al 12,63% .Terzo partito è il M5S, con il 9,86%, segue Lega Salvini Puglia col 9,58%, Fi all'8,92%, la Puglia domani al 8,43%, la lista Con Emiliano al 6,6%,  i Popolari con Emiliano al 5,95%,  Italia in comune al 3,85%, Puglia Solidale Verde al 3,8%, Senso civico al 4,16%.

Sono solo sette le donne, su 50 seggi disponibili, che entreranno nel prossimo Consiglio Regionale della Puglia, appena due in più rispetto alla scorsa legislatura nonostante l'introduzione per decreto in extremis della doppia preferenza dopo che il Consiglio non era stato in grado di approvare la norma relativa. Secondo i dati forniti dal ministero dell'Interno, sono cinque del Pd e due del M5S. Allo stato attuale sono elette: Anita Maurodinoia (Pd), Lucia Parchitelli (Pd), Antonella Laricchia (M5S), Teresa Cicolella (Pd), Rosa Barone (M5S), Debora Ciliento (Pd), Loredana Capone (Pd).

---

 

Veneto, lo spoglio

Dati definitivi

Quando manca solo una sezione, Luca Zaia (centrodestra) è al 76,79%, davanti a Arturo Lorenzoni (centrosinistra) 15,72%. Enrico Cappelletti (M5S) 3,25%.

Liste

Interessanti i dati sulle liste. Zaia presidente conquista il 44,57% e la Lega al 16,92%. Il Pd è all'11,91%, Fratelli d'Italia al 9,55%, la Lista Veneta al 2,38%, M5s al 2,69%, Fi al 3,56%.

Luca Zaia, il Doge del Veneto

---

 

Campania, lo spoglio

Dati reali

Quando sono state scrutinate 5.825  sezioni su 5.827, Vincenzo De Luca (centrosinistra) è al 69,49%, davanti a Stefano Caldoro (centrodestra) 18,06%. Valeria Ciarambino (M5S) 9,93%.

Liste

Pd primo partito al 16,91%, seguito dalla Lista De Luca presidente al 13,31%. M5S al 9,92%, Italia Viva al 7,37%, Fratelli d'Italia al 5,98%, Lega al 5,64%, Campania Libera 5,19%, Forza Italia al 5,16%, Fare Democratico - Popolare 4,45%, Noi Campani 4,35%,  e Centro Democratico 3,23%.

---

 

 

Valle d'Aosta, lo spoglio

In Valle d'Aosta, dati definitivi, la Lega Vda è il primo partito con il 23,9% dei voti. Seguono Progetto civico Progressista (15,25%) Union valdotaine (15,75%), Alliance valdotaine (8,57%),  Vda Unie (8,37%), Pour l'Autonomie (6,36%), Pays Souverain d'Aoste (2,83%), Centrodestra con Forza Italia e Fratelli d'Italia (5,73%), M5S (3,91%), Rinascimento (4,96%), Vdalibra (1,62%) e Vda Futura (2,69%).

 

---

 

-----

Elezioni suppletive

In questa tornata elettorale si è votato anche per le elezioni suppletive del Senato, collegio uninominale Sardegna 03. Ha vinto il candidato del centrodestra Carlo Doria (Lega-Fratelli d'Italia-FI) con il 40,2%. A seguire Lorenzo Costantino Corda (lista Nord Sardegna con Lorenzo Corda) con il 28,9%, Agostinangelo Marras con il 24,8% e Gian Mario Salis (Partito socialista italiano) con il 6,02%.