Scrutatori al lavoro (Ansa)
Scrutatori al lavoro (Ansa)

Roma, 23 settembre 2020 - Dopo il referendum per il taglio dei parlamentari e le elezioni regionali, ieri è stato il giorno dello spoglio per le elezioni comunali.   Tra i verdetti: Luigi Brugnaro (centrodestra) è rieletto sindaco di Venezia così come Mattia Palazzi (centrosinistra) è confermato sindaco di Mantova. A Imola vince al primo turno il giovane Marco Panieri (centrosinistra). A Reggio Calabria andranno sicuramente al ballottaggio Giuseppe Falcomatà e Nino Minicuci. E sarà secondo turno anche ad Arezzo, come confermano gli ultimi dati. Al ballottaggio anche Lecco e Bolzano, mentre a Trento vince il centrosinistra. Macerata passa al centrodestra, a  Fermo si impone un civico. I dati sono ormai definitivi, mancano solo una manciata di sezioni sparse qua e là che non sono in grado di cambiare i risultati acquisiti. 

I Comuni al voto

Complessivamente sono stati chiamati al voto gli elettori di 1.176 Comuni (155 superiori a 15mila abitanti, 1021 inferiori) per eleggere il sindaco e rinnovare il consiglio comunale. Nei Comuni con più di 15mila abitanti per essere eletto al primo turno il candidato sindaco deve superare il 50% dei voti. In caso contrario si andrà al ballottaggio fra due settimane. Negli altri Comuni invece è eletto sindaco chi ottiene il maggior numero di voti: ballottaggio solo in caso di parità assoluta di voti. Il Comune di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria) continuerà ad essere commissariato: l'unica lista a supporto della candidata sindaca Viviana Demetrio non ha raggiunto il quorum.

Qui Emilia Romagna - Qui Lombardia

Elezioni comunali: le sfide da Nord a Sud 

Segui lo spoglio in tempo reale

(l'articolo prosegue sotto la mappa)

 

Venezia

A Venezia il sindaco uscente Luigi Brugnaro (centrodestra) è certo della riconferma al primo turno. Lo sfidante del centrosinistra si è complimentato con lui già dopo le proiezioni. A spoglio ormai il terminato, il primo cittadino uscente prevale con una percentuale poco sotto al 55%. Fin dall'inizio dello scrutinio, il candidato del centrosinistra Pier Paolo Baretta non superato il 29%. La vittoria di Brugnaro si lega anche alla vittoria della civica che porta il suo nome, la cosiddetta "lista fucsia", che è data dallo spoglio intorno al 33%. Si tratta di una percentuale nettamente più alta del 20,83% di cinque anni fa.

 

Mantova

A Mantova già certa la vittoria del candidato del centrosinistra Mattia Palazzi. Con quasi tutte le sezioni scrutinate Palazzi è al 70,84% contro il 22,22% di Stefano Rossi (centrodestra). 

 

Reggio Calabria

A Reggio Calabria è testa a testa tra il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà del centrosinistra al 37,09% e lo sfidante Nino Minicuci del centrodestra al 33,88%. Il ballottaggio tra i due è quindi certo.

 

Trento

A Trento, quando sono state scrutinate tutte le sezioni, il candidato del centrosinistra Franco Ianeselli ha vinto con il 54,66%, mentre il candidato del centrodestra Andrea Merler è al 30,22%. 

Matera

A Matera Rocco Sassone del centrodestra è al 30,4%, Domenico Bennardi del M5s è salito al 27,47%: i due vanno al ballottaggio.  Fuori Giovanni Schiuma (centrosinistra) al 19,87%.

Bolzano

Sarà ballottaggio a Bolzano: a scrutinio terminato, Caramaschi (centrosinistra) ha il 33,96%, Zanin (centrodestra) ha il 33,13%. Tra 14 giorni sfida a 2 tra Caramaschi e Zanin. 

Lecco

Ballottaggio a Lecco, dati definitivi: Giuseppe Ciresa, candidato del centrodestra, è al 48,71% e Mauro Gattinoni candidato del centrosinistra al 41,67%.

Chieti

A Chieti Fabrizio Di Stefano del centrodestra è in testa con il 38,8%: al ballottaggio se la vedrà con Diego Ferrara (centrosinistra), passato con il 21,5%.

Arezzo

Ad Arezzo il candidato del centrodestra, Alessandro Ghinelli, non dovrebbe riuscire a raggiungere il 50%. Con una sezione ancora da scrutinare è dato al 47,04%  mentre lo sfidante del centrosinistra Luciano Ralli arriva al 35,1%. 

Crotone

A Crotone Antonio Manica del centrodestra arriva al 41,6%. Sfiderà al secondo turno Vincenzo Voce delle liste civiche è al 36,22%, Danilo Arcuri del centrosinistra si ferma al 17,27%.

Macerata

Al termine dello scrutinio Sandro Parcaroli (centrodestra) è al 52,78%, Narciso Ricotta (centrosinistra) 32,63%. 

Fermo

A spoglio concluso, Paolo Calcinaro (Civica) festeggia la rielezione a sindaco con oltre il 70% dei consensi. Il secondo, Renzo Interlenghi (centrosinistra) raccoglie il 14,77%. 

Imola

Vince al primo turno il giovane candidato del centrosinistra, Marco Panieri, che ottiene il 57,42% dei voti. Daniele Marchetti (centrodestra) si ferma al 26,73%. 

Sindaci già eletti

In Provincia di Bolzano 18 sindaci di piccoli Comuni sono già eletti perché sono gli unici candidati e il quorum è stato raggiunto. Stessa cosa anche in Provincia di Bergamo dove risultato già eletti a Colere Gabriele Bettineschi, a Mezzoldo Stefania Siviero e a Valleve Gianfranco Lazzarini. A Vipiteno Peter Volgger si impone su Walter Gogl con appena tre voti di scarto e il 50,1% dei consensi. Vignola, nel Modenese, torna al centrosinistra, per 17 voti. A spoglio concluso Emilia Muratori è eletta sindaco con il 50,07% dei consensi. 

Gli exit poll

Ieri (lunedì) erano già usciti i primi exit poll:  tra le città più importanti Venezia dove il sindaco uscente e candidato del centrodestra Luigi Brugnaro era dato al 49,5%-53,5%, con la possibilità quindi di elezione già al primo turno, mentre il candidato del centrosinistra Pier Paolo Baretta era dato al 29,5-33,5%. 

Il centrosinistra, sempre stando agli exit poll era dato avanti a Mantova, dove per il sindaco uscente Mattia Palazzi si profilava (come in effetti è stato) la riconferma al primo turno con il 62-66%; come a Trento, dove potrebbe non avere bisogno del ballottaggio Franco Ianeselli, che era dato al 51-55%.

Gli exit poll del Consorzio Opinio Italia per Rai attestavano per le comunali di Reggio Calabria un testa a testa tra Antonino Minicuci del centrodestra e Giuseppe Falcomatà ciascuno al 31,0 - 35,0%.