Roma, 20 ottobre 2021 - La campagna di vaccinazione, lo stato dell'economia, le questioni dei migranti e del clima. Questo e altro al centro delle comunicazioni del presidente del consiglio Mario Draghi oggi in Senato e alla Camera in vista del Consiglio europeo.

Covid Italia oggi: bollettino del 20 ottobre. Dati dalle regioni

Vaccini

Il premier ha rivendicato i risultati della campagna di vaccinazione in Italia: "Dopo un avvio stentato la campagna di vaccinazione europea ha raggiunto risultati molto soddisfacenti e in Italia procede più spedita della media Ue: a oggi l'86% sopra i12 anni almeno una dose e l'81% è completamente vaccinata.«Voglio ringraziare tutti i cittadini che hanno scelto di vaccinarsi, in particolare i giovani e giovanissimi, e chi ha deciso di farlo nelle scorse settimane dopo aver superato le proprie esitazioni".

Inoltre, ha detto il premier, "in Consiglio discuteremo inoltre dell'approccio europeo per affrontare e superare eventuali future pandemie. Dobbiamo investire nella scienza e nella ricerca, che ci hanno permesso di avere vaccini efficaci e sicuri in pochi mesi".

Bollette

image

Draghi ha anche assicuro l'impegno del governo per il contenimento della fiammata delle bollette: "Il governo si è impegnato a contenere il rincaro delle bollette. Lo scorso giugno avevamo già stanziato 1,2 miliardi per ridurre gli oneri di sistema. Poche settimane fa, siamo intervenuti ulteriormente, con più di 3 miliardi, per calmierare i prezzi nell'ultimo trimestre dell'anno, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione".

Migranti

Nel Consiglio europeo si affronterà anche il tema caldo dei migranti. "È essenziale che, già a questo Consiglio, la Commissione presenti piani d'azione chiari, adeguatamente finanziati, e rivolti con pari priorità a tutte le rotte del Mediterraneo, compresa quella meridionale".

Commercio internazionale

Nel summit si parlerà anche del commercio internazionale: "Dall'inizio di quest'anno abbiamo assistito a una ripresa robusta degli scambi tra Paesi. È un'ottima notizia, visto il peso delle esportazioni nella nostra economia. In Italia, i valori dei beni esportati nel secondo trimestre di quest'anno erano del 5% più alti che nello stesso periodo di due anni fa, prima della pandemia".

Transizione ecologica e digitale

C'è spazio anche per la transizione ecologica e digitale. Per farla - afferma Draghi - "non ci sono alternative al massiccio intervento dello Stato, lo Stato non può che essere impegnato altrimenti queste due transizioni non avverranno".