6 apr 2022

Ucraina, Draghi: "Vogliamo la pace o il condizionatore acceso?"

Le parole del premier in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri

Roma, 6 aprile 2022 - La guerra in Ucraina e il nodo energia. "Noi seguiremo le decisioni della Ue" sulle ulteriori sanzioni da imporre alla Russia, "se ci propongono l'embargo sul gas noi siamo ben contenti di seguire la Ue su questo strumento, vogliamo lo strumento più efficace per permettere una pace". Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la conferenza stampa al termine del Cdm sul Def, che certifica il rallentamento della crescita proprio a causa del conflitto. "Ci chiediamo se il prezzo del gas possa essere scambiato con la pace - ha aggiunto - preferiamo la pace o stare il condizionatore d'aria acceso? Questa è la domanda che ci dobbiamo porre".

VIDEO Draghi: faremo tutto ciò che è necessario per famiglie e imprese

Leggi anche:

Approfondisci:

Condizionatori, via alla stretta dal 1 maggio. Cosa cambia negli uffici pubblici

Ucraina e guerra del gas: ecco cosa vuol portare a casa Draghi dall'Algeria

Usa: "Putin ha tentato di nascondere i beni nei conti delle figlie". Saranno sanzionate

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?