Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 lug 2022

Draghi bacchetta Salvini. "Rischioso annunciare sfracelli. Senza il M5s non sarò premier"

Tende la mano a Conte: "Le sue richieste? Diversi punti di convergenza con la mia agenda". E sfida il leader del Carroccio: "Se stare in maggioranza è una sofferenza, bisogna essere chiari"

13 lug 2022
antonella coppari
Politica

O vi sta bene, o torno a Città della Pieve. Draghi non accetta mezze misure. È disposto a tollerare le fibrillazioni continue dei Cinque stelle e della Lega "le stiamo gestendo bene" ma senza una fiducia piena domani al Senato sul Dl Aiuti, davanti ad astensioni, fughe dall’aula o espedienti vari, è deciso chiudere l’esperienza del suo governo. E non è disposto a concedere un bis. Lo ha detto a Mattarella lunedì, lo ha ripetuto ieri in conferenza stampa, dopo l’incontro con i leader di Cgil, Cisl e Uil: "L’esecutivo non lavora con gli ultimatum, a quel punto perde il suo senso di esistere: se si ha la sensazione che è una sofferenza straordinaria stare in questo esecutivo, bisogna essere chiari". Aggiunge che la scelta va fatta ora, senza progettare di far ripartire la giostra tra poche settimane: "Lo dico anche per tanti altri che a settembre minacciano sfracelli". Un telegramma inviato a due destinatari: Matteo Salvini, in primis, e Giuseppe Conte. Il leghista replica subito d’essere leale. Lui ha poco da perdere: le elezioni ora, dopo una rottura tra Pd e M5s, sarebbero un rigore a porta vuota. Opposto il caso di Conte, messo di fronte a una scelta difficilissima. Il Pd gioca di sponda con Draghi: prima della conferenza Letta (che ha parlato pure con Mattarella) incontra il premier che più tardi ironizzerà con chi vuol sapere se gli ha portato buone notizie: "Letta portatore di buone notizie? Potrebbe essere piacevole. Abbiamo parlato delle prospettive". Draghi, M5s pronto all'Aventino: ipotesi dimissioni. E Salvini punzecchia il premier Il Nazareno fa discretamente sapere che se Draghi dovesse mollare, non insisterebbe per convincerlo a tornare sulla sua decisione. Gli estremi per una retromarcia Conte li può trovare, qualche spiraglio il premier lo ha concesso come nota il leader Pd che ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?