Roma, 11 gennaio 2022 - "David Sassoli era un fratello, un amico, per noi è stato un riferimento importantissimo e fondamentale". Il segretario del Pd Enrico Letta Roma, durante un'intervista al Tg1. "Per noi è stato un riferimento importantissimo e fondamentale - ha detto il leader dem -. In questo momento tanti ricordi si affastellano nella mente. Voglio ricordare una cosa importante, fondamentale, bellissima. David ha cambiato la storia europea, perché durante la pandemia si è trovato a essere presidente del Parlamento europeo, nel momento più incredibile della storia del nostro continente, ed è riuscito con forza, ma con la sua determinazione e gentilezza, a convincere tutti a tenere aperto il Parlamento europeo".

David Sassoli, follia no vax in Rete. "La sua morte una buonissima notizia"

Sassoli, Von der Leyen si commuove e lo ricorda in italiano: "Uomo buono e caro amico"

"Grazie a questo fatto - ha proseguito Letta -, il Parlamento ha consentito all’Europa di fare quelle scelte sociali, di solidarietà, di lotta alla pandemia, di attenzione agli ultimi, alla solidarietà che altrimenti non si sarebbero potute fare. David ha cambiato la storia della democrazia europea e del nostro continente e lascia una traccia indelebile nella storia europea e nella storia dei democratici italiani ed europei che oggi lo piangono". "David - ha aggiunto Letta - lascia una eredità enorme nel campo dell’impegno a favore dei diritti e della democrazia. Putin lo considerò persona non grata, oggi è una medaglia questo atteggiamento in difesa dei diritti umani e della democrazia. E l’alto valore della politica come massimo impegno di carità. Questo è soprattutto oggi ciò che ci lascia, è durissima per tutti noi immaginare che non ci sia più e di andare avanti".

Morte David Sassoli, eurodeputato tedesco esulta: "Quel bastardo se n'è andato"

E  nel ricordo di Sassoli, Letta ha aperto la riunione della segreteria Pd al Nazareno. “È un momento di grande tristezza per tutti noi. L’intera comunità dei democratici italiani ed europei si stringe attorno ai famigliari di David Sassoli”. Con queste parole il segretario del Pd, Enrico Letta, ha aperto la riunione della segreteria del Pd al Nazareno. “Sarà difficile essere all’altezza di quello che lui ha fatto ed ha rappresentato fino all’ultimo”, ha aggiunto Letta. “È stato un grande italiano al servizio delle istituzioni europee, rappresentando l’Italia in meglio con principi, teoria e pratica. Tante le circostanze e gli esempi di questo. Ha cambiato la storia dell’Europa”, ha ricordato Letta.