Bologna, 12 luglio 2020 - Il 14 luglio scadono le misure attualmente in vigore per contenere il contagio da Coronavirus. Il governo ha intenzione di rinnovarle con un nuovo Dpcm (decreto del presidente del Consiglio ministri), i cui contenuti saranno illustrati dal ministro della Salute Roberto Speranza martedì al Parlamento, che si esprimerà sulle sue comunicazioni. Ecco i punti salienti del provvedimento allo studio dell'esecutivo.

  1. Dispositivi di protezione Resta l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, quando non è possibile rispettare il distanziamento sociale. Cade invece l'obbligo sui guanti, che un mese fa sono stati definiti dall'Oms inutili e potenzialmente dannosi e che anche per le Regioni possono rappresentare “un rischio aggiuntivo”. Resta necesari la sanificazione dei luoghi, i termoscanner negli uffici e nei centri commerciali e gli erogatori di disinfettante per mani in uffici e luoghi pubblici.

  2. Tracciamento Nei locali pubblici sarà necessario lasciare le proprie generalità, che verranno conservate per due settimane.

  3. Movida Almeno fino a fine luglio non riapriranno le discoteche al chiuso.

  4. Assembramenti Resta in vigore il divieto, anche in spiaggia, visto il continuo insorgere di focolai in tutta Italia: al mare, dovrà essere garantito il distanziamento tra gli ombrelloni.

  5. Divieto di ingresso Nei giorni scorsi un'ordinanza del ministro della Salute ha vietato l'ingresso a chi proviene da 13 Paesi, anche usando voli triangolati: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana. Il divieto sarà prorogato, come verrà prorogato l'obbligo di isolamento per 14 giorni per chi proviene dagli Stati Uniti.