26 apr 2020

Coronavirus Fase 2, il Dpcm del 26 aprile e codici Ateco / PDF

Il premier Conte ha firmato il decreto che sancisce la prime aperture dal 4 maggio. Ecco cosa si può fare e cosa no

epa08379793 A woman jogging near the beach in Porto, northern Portugal, 23 April, 2020. Portugal is in a state of emergency since 00:00 h on 26 March until 23:59 h, May 2. Countries around the world are taking increased measures to stem the widespread of the SARS-CoV-2 coronavirus which causes the Covid-19 disease.  EPA/JOSE COELHO
Una donna fa jogging vicino alla spiaggia (Ansa)

Roma, 26 aprile 2020 -  Il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, ha firmato il Dpcm per la fase due dell'emergenza da Coronavirus che prevede misure dal 4 al 17 maggio sull'allentamento del 'lockdown'. 

FOCUS / La conferenza stampa di Conte sulla Fase 2

Nella conferenza stampa di stasera Conte ha poi tracciato una sorta di road map sulle prossime mosse del Governo: dal 18 maggio riapriranno anche i negozi, mentre dal primo giugno dovrebbe scattare il via libera anche per bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici.

Nel frattempo la fase 2 inizia col freno tirato: resta il distanziamento sociale, restano le autocertificazioni per gli spostamenti, non ci si può spostare da regione a regione. Qualche timida apertura per chi - bloccato dal lockdown - vuole rientrare nel Comune di residenza. Inoltre ora si può far visita ai parenti  (ma con la mascherina e senza assembramenti o party di famiglia) e si può praticare sport all'aperto anche allontanandosi da casa.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?