Milano, 4 settembre 2020 - Silvio Berlusconi è stato ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano per la comparsa di alcuni sintomi legati al Coronavirus, a cui è risultato positivo qualche giorno fa. Il ricovero del leader di Forza Italia è stato disposto intorno a mezzanotte. Il professore Alberto Zangrillo, primario dell'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale, ha ricostruite così le ultime giornate, a partire dal 2 settembre: "Abbiamo rilevato la positività in un soggetto che era asintomatico, nel volgere di qualche ora, nella serata di ieri, ho ritenuto di fare una visita e ho rilevato un blando coinvolgimento polmonare, per cui ho ritenuto opportuno approfondimento diagnostico, le cui risultanze mi hanno consigliato e indicato il ricovero". E' stato spiegato che c'è un "blando coinvolgimento polmonare". Zangrillo ha sottolineato che "il ricovero di Berlusconi è stato ritenuto necessario perché soggetto è a rischio per l'età e le patologie precedenti, ma siamo in regime di ricovero con una situazione clinica tranquilla e confortante".

Berlusconi, ora tremano la famiglia e il partito. Barbara si difende: non è colpa mia

Berlusconi "è in una camera che risponde ai requisiti richiesti dalle leggi regionali in merito alla tutela di terzi e del paziente. Il paziente non è intubato, respira spontaneamente".

Zangrillo inoltre ha spiegato: "Mi sono imposto di istituire un regime che prevede il riposo assoluto, non è stato assolutamente facile convincerlo, soprattutto stanotte, ma l'uomo è pronto e intelligente, quindi ne ha convenuto. L'umore non è dei migliori, e neanche il mio".

E in merito alle sue posizioni sull'epidemia ha detto: "Non nego che il 31 maggio, quando in una trasmissione tv dissi, sollecitato provocatoriamente, che il virus è clinicamente morto, ho usato un tono forte, probabilmente stonato, ma fotografava quello che osservavamo e continuiamo a osservare. Negli ospedali dove abbiamo curato in terapia intensiva centinaia di pazienti, fortunatamente non ricoveriamo un paziente con esiti primari ha un significato. Questo non deve portare le persone a comportamenti superficiali". Poi ha concluso: "Io non ho mai negato che il virus esista, che contagi e sia stato drammaticamente letale e pericoloso. Però sono stato anche il primo, il 28 aprile, a dire che dobbiamo convivere con Sars-CoV-2, senza tener conto di un eventuale vaccino. Serve rispetto delle regole ma anche distanza dall'isteria collettiva".

Dall'odio agli abbracci, è la rivincita di Berlusconi

Barbara: "Ne uscirai più forte di prima"

"Sei un uomo dalle mille risorse. Come da tante battaglie, ne uscirai più forte di prima". Sono le parole che Barbara Berlusconi, come apprende l'Ansa, ha rivolto in una telefonata al padre Silvio. "L'Italia - ha detto al leader di FI la figlia, anche lei infettata dal virus - ha bisogno di te perché sei l'unico che può portare moderazione e proposte concrete ed efficaci per risollevare il nostro Paese da questo momento di crisi e di sbando. Ti sono vicina con il cuore".

"Improbabile che l'abbia infettato io"

In giornata anche una protesta. "Nei giorni in cui vivo momenti di grande angoscia per la salute di mio padre - ha detto a Corriere.it - penso sia disumano essermi trovata su tutti i media come l'untrice ufficiale della persona a cui voglio più bene. Vorrei proprio capire su quali basi sono stata indicata con certezza come la responsabile". E ha aggiunto: "Dopo tre tamponi e un test sierologico negativi è molto improbabile che papà abbia preso il Covid 19 da me. Lui è risultato positivo molto dopo, e ultimamente il periodo di incubazione del virus si è ridotto", ha proseguito. La figlia dell'ex premier contesta soprattutto le ricostruzioni sulla sua estate passata tra feste con poche precauzioni: "Non ci sto a sentirmi dire questo. Non mi riconosco in questa specie di ritratto. Non ho condotto alcuna vita sregolata in Sardegna. Le volte che sono uscita la sera in tre mesi si possono contare sulle dita di una mano. Mai come quest'anno sono stata praticamente sempre a Villa Certosa: altro che movida...Pannolini, piuttosto!".

Forza Italia: "Notte senza problemi"

"Berlusconi ha passato la notte in ospedale, è stato ricoverato ieri sera. C'è stato bisogno di un piccolo ricovero precauzionale per monitorare l'andamento del Covid-19 ma sta bene", ha confermato la senatrice azzurra Licia Ronzulli ad Agorà Rai su Rai3. "E' stato un ricovero non dettato da urgenza, ma da precauzione. Ieri sera il presidente, su consiglio del dott. Zangrillo, si è trasferito al San Raffaele per monitorare meglio le sue condizioni. La notte è passata senza problemi, sta bene, non ha febbre, è tutto apposto", ha spiegato il deputato e portavoce dei parlamentari di Forza Italia Giorgio Mulè a Radio Cusano Campus. "Berlusconi ha l'ossessione di cautelarsi e di utilizzare tutte le precauzioni per quando riguarda questa epidemia, quindi mi sento di dire che è una vittima di quello che sta accadendo a livello sanitario. Berlusconi ci ha sempre ammorbato, anche al telefono, dicendoci che dovevamo stare attenti, mettere la mascherina. Berlusconi vuole democratizzare l'uso delle mascherine, per fare in modo che siano utilizzate il più possibile", ha concluso.

Bollettino Coronavirus, i dati del 4 settembre