I candidati del centrodestra per Roma Matone e Michetti e per Torino Damilano
I candidati del centrodestra per Roma Matone e Michetti e per Torino Damilano

Roma, 9 giugno 2021 -  Il vertice di centrodestra sulle amministrative ha trovato la quadra per i candidati sindaci di Roma e Torino, mentre restano vuote le caselle delle altre principali città. Il nodo della capitale è stato risolto grazie a un ticket: Enrico Michetti, indicato dalla presidente di Fdi Giorgia Meloni, sarà il candidato sindaco della coalizione, mentre Simonetta Matone sarà la sua vice. Ufficiale anche il candidato sindaco per il centrodestra a Torino: sarà Paolo Damilano. Più difficile invece la scelta dei candidati di Milano e Bologna, anche se il leader leghista Matteo Salvini è ottimista: "Ci siamo riconvocati per mercoledì prossimo: chiuderemo", dice parlando di "piena sintonia". Entro la settimana invece sarà ufficializzata  la candidatura per le regionali in Calabria, dove la scelta sarebbe ormai definitivamente caduta sul forzista Roberto Occhiuto.

Michetti: Roma torni caput mundi

"Sono assolutamente lusingato e ringrazio per questo tutti i partiti della coalizione di centrodestra. Sono contentissimo del ticket con la dottoressa Matone insigne magistrato. Roma è la mia città e il mio sogno. Ora iniziamo insieme questa grande avventura per restituire insieme alla Città Eterno il ruolo di Caput Mundi", ha dichiarato Enrico Michetti.

Meloni: Michetti-Matone straordinari

Molto soddisfatta la leader FdI Giorgia Meloni: Enrico Michelli e Simonetta Matone "sono due professionisti straordinari, con curriculum straordinari" ma "anche capaci di parlare coi cittadini". E aggiunge: "Abbiamo fatto grandi passi avanti come centrodestra per vincere le prossime amministrative. Ora aspettiamo la campagna elettorale per farli conoscere ai cittadini, e far conoscere ai romani come vogliamo far ripartire la città dopo il disastro dell'amministrazione Raggi". "Sono competenti - ha aggiunto - ma sanno anche parlare con i cittadini, con empatia".
Quanto al capoluogo lombardo, Meloni dichiara: "Su Milano vedremo quando si stabilirà e si deciderà il sindaco come si formerà la squadra. L'idea di lavorare anche su squadre e non solo su singole persone dimostra la nostra voglia di dare a queste città delle amministrazioni in grado di fare bene". Seguiranno gli altri candidati: "Il centrodestra è perfettamente in partita, molto compatto, con la voglia di vincere le prossime amministrative".

A Restart, in onda stasera su Rai 2, Meloni ha negato di aver vinto sulle candidature a Roma: "Direi che ha vinto la coalizione, che lavora per vincere quando si voterà. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, offriamo alla Capitale d'Italia, dopo l'incompetenza improvvisata della Raggi, un modello diametralmente opposto. Enrico Michetti, che ho sostenuto in queste riunioni, è uno dei principali avvocati amministrativisti d'Italia, sa esattamente dove mettere le mani e si affianca a Simonetta Matone".

Salvini: bravissimo imprenditore a Torino

Salvini tenta una sintesi: "Abbiamo dato il via libera anche alla candidatura civica di un bravissimo imprenditore come Paolo Damilano in quel di Torino, a breve arriverà anche la chiusura sulla Regione Calabria, dove puntiamo non a vincere ma a stravincere anche nel nome di Jole Santelli. Osserviamo con interesse la proposta civica che è in costruzione a Napoli con Catello Maresca, che ci riserviamo di incontrare, per quanto riguarda Milano e Bologna alcuni dei candidati che si sono messi a disposizione stanno risolvendo alcuni temi legati a impresa e famiglia".
Il leader della Lega assicura che alla riunione di mercoledì prossimo si decideranno tutti i 1.300 candidati sindaci delle città che andranno al voto, e attacca: "A differenza di Pd e M5S che sono divisi a Roma e in mezza Italia e dove fanno le primarie litigano, come promesso ho l'onore di guidare una coalizione come quella del centrodestra che avrà candidature unitarie e squadre competitive e vincenti. Abbiamo fatto qualche riunione in più, però tutto bene quel che finisce bene".

Tajani: mantenuto l'impegno di candidati civici

Soddisfatto anche Antonio Tajani: "Su Milano stiamo lavorando. Oggi abbiamo chiuso Roma, Torino e la Calabria. Sabato annunceremo il candidato presidente per la Regione. Abbiamo su Roma un candidato sindaco e un candidato prosindaco con un curriculum straordinario. Appoggiamo un candidato civico a Torino. Abbiamo mantenuto l'impegno di candidati civici"."Il ticket Michetti-Matone è la migliore soluzione possibile per allargare i confini del centrodestra e per vincere a Roma", ha aggiunto Tajani.

Il 'tridente' di Sgarbi

Altro che ticket, ci vorrebbe il tridente... Show dell'ex Fi Vittorio Sgarbi al vertice dei centrodestra sulle comunali. Il critico d'arte avrebbe proposto ai leader della coalizione di prendere in esame oltre al tandem sindaco-vice, anche la necessità di indicare un assessore alla Cultura per Roma, così come per Milano. Molti presenti, divertiti dall'uscita del deputato del Misto e fondatore del movimento 'Rinascimento', avrebbero letto la sua battuta come una autocandidatura per l'assessorato di peso.

Il tweet della sindaca Raggi

"Lega Nord e Fratelli d'Italia hanno trovato un candidato a Roma ma senza un'idea per la città. Sono ancora più determinata a proseguire il lavoro di cambiamento e realizzare i progetti che abbiamo avviato in questi anni", scrive su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi in merito alla candidatura del centrodestra per la corsa al Campidoglio.