Comizio elettorale in piazza Salandra
Comizio elettorale in piazza Salandra

Roma, 2 ottobre 2021 - E' polemica a Nardò (Lecce) per l'aggressione subita da Tiziano De Pirro, candidato del Movimento 5 Stelle alle elezioni amministrative, denunciata dal vicepresidente del consiglio regionale pugliese Cristian Casili (M5S). Il fatto si è verificato ieri sera durante un comizio elettorale in piazza Salandra, nel centro di Nardò, dove i cittadini si accingono a eleggere il sindaco alle amministrative del 3 e e 4 ottobre prossimi. "Una bellissima serata macchiata dall'intollerabile, raccapricciante violenza fisica subita da un nostro candidato del M5s, Tiziano De Pirro, che è stato brutalmente aggredito in mezzo alla piazza. Frattura della mano e in attesa di valutazione dell'otorino per il violento pugno ricevuto", scrive sul suo profilo facebook Casili.

Come si vota. Sistema elettorale, preferenze, disgiunto, ballottaggio

"I toni non devono mai incitare alla violenza - ha rimarcato Casili - in una città che non sopporta più questo clima d'odio". Pippi Mellone, sindaco uscente, ricandidato alla carica di primo cittadino, minimizza l'accaduto spiegando che le cause sarebbero riconducibili a rivalità calcistiche. "Le ragioni dello scontro tra due signori in piazza Salandra - sostiene Mellone - sono di natura esclusivamente calcistica. Una contrapposizione personale nata non certo ieri sera e comunque in contesti lontanissimi dalla politica". "Non c'entra la politica, quindi - conclude Mellone -, non c'entrano le candidature, non c'entrano le elezioni. Sicuramente questi signori potevano regolare le proprie questioni altrove e in modo infinitamente più civile. Da parte mia auguro alla persona aggredita una pronta guarigione".

La lista degli impresentabili: 4 sono a Roma

Questa mattina un altro post di Casili su Facebook denuncia "le parole, o meglio le urla, del sindaco uscente Mellone". Il vicepresidente del consiglio regionale pubblica un video, aggiungendo: "Subito dopo queste parole si è verificata la vergognosa aggressione a Tiziano De Pirro, ragazzo mite, candidato nella lista del Movimento 5 Stelle. Tiziano purtroppo ha subito la frattura della mano e probabilmente un danno ad un orecchio. Aggressione subita da un estremista di destra che sostiene il sindaco Mellone. Questo è il clima di odio che vive Nardò".

Deputata M5s denuncia aggressione ad Afragola

Una deputata e alcuni candidati ed esponenti politici si sono presentati stamattina dai carabinieri di Afragola (Napoli), comune al voto domani e domenica per le amministrative, per denunciare una serie di aggressioni subite la scorsa notte in città: si tratta di Iolanda Di Stasio, deputata del Movimento Cinque Stelle, che ha denunciato ai militari dell'arma un'aggressione contro il responsabile dell'area a nord di Napoli di Europa Verde, Salvatore Iavarone. Vittima di un'altra aggressione è stato anche il segretario del Pd, Francesco Zanfardino, che sarebbe stato inseguito da alcune persone e al quale sarebbero stato squarciato un pneumatico dell'auto. Tutto sarebbe accaduto, riporta una nota, durante la "Notte della legalità", promossa dal candidato sindaco del centrosinistra di Afragola, Antonio Iazzetta, che, nel comizio conclusivo, aveva annunciato il presidio dei tabelloni per evitare le solite affissioni selvagge che hanno contraddistinto la campagna elettorale. «A rendersi protagonisti delle aggressioni - scrive in una nota, Antonio Iazzetta - sono stati un gruppo di 'attacchinì impegnati ad affiggere i manifesti. Sugli episodi, verificatisi in diversi punti della città, è stata presentata una denuncia ai Carabinieri di Afragola». Iazzetta, che ha partecipato alla 'Notte della legalità' insieme con altri attivisti e candidati e che riferisce di essere stato presente all'aggressione verbale ai danni di Iavarone, nei giorni scorsi ha consegnato al Prefetto di Napoli un dossier in cui denunciava i metodi illegali in cui veniva condotta la campagna elettorale chiedendo un maggior controllo da parte delle forze dell'ordine.

Di Maio: "Clima insostenibile"

"Tre aggressioni a candidati ed esponenti del Movimento 5 Stelle nel giro di pochi giorni. Tre episodi di violenza, in un clima insostenibile". Lo scrive il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. "La nostra deputata Iolanda Di Stasio aggredita e inseguita ad Afragola, il candidato del Movimento al consiglio comunale di Nardò Tiziano De Pirro attaccato fisicamente durante il comizio di chiusura. Nei giorni scorsi, a San Nicandro Garganico, la sede del nostro candidato sindaco Matteo Vocale imbrattata in modo indecente. Davanti a certi fatti non possiamo restare in silenzio", nota. "Oltre alla massima solidarietà alle vittime di questi episodi, occorre una condanna ferma e senza esitazioni da parte di tutte le forze politiche. Andiamo avanti ragazzi. I valori, le idee e i progetti del Movimento saranno sempre più forti di ogni gesto violento e vigliacco di questo tipo. Coraggio", conclude.