Arno Kompatscher  (Ansa)
Arno Kompatscher (Ansa)

Roma, 17 aprile 2020 - Bolzano e Trento chiedono di non pagare per 2 anni il risanamento del disavanzo statale a Roma: un contributo annuo di 476 milioni di euro ciascuno. Il governatore del Trentino, Maurizio Fugatti, si è unito alla richiesta del collega altoatesino, Arno Kompatscher, durante una videoconferenza delle Province e Regioni autonome con il ministro Francesco Boccia. In sostanza si tratta della sospensione degli Accordi di Milano del 2009.

La sospensione del contributo al disavanzo statale sarebbe giustificato dal mancato gettito fiscale dovuto all'emergenza Coronavirus. Kompatscher: "Per garantire servizi essenziali, bisogna prevedere bond regionali". Fugatti: "La richiesta è anche quella di fare più debito, il Trentino avrebbe possibilità di fare maggiore debito e chiediamo questo passaggio al ministro Boccia che ha preso atto di tutte le richieste delle Regioni e delle Province. Noi abbiamo concordato la proposta con la Provincia di Bolzano. Il ministro Boccia ha detto che darà risposte entro una quindicina di giorni. Noi possiamo solo essere fiduciosi altrimenti la sostenibilità del nostro bilancio e delle risposte da dare ai cittadini sarebbe messa in difficoltà", ha detto il governatore.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19