Berlusconi con Salvini e Meloni in una foto d'archivio (Ansa)
Berlusconi con Salvini e Meloni in una foto d'archivio (Ansa)

Roma, 20 giugno 2021 - Il partito unico del centrodestra è "indispensabile perché l'Italia possa ripartire". Lo ha detto Silvio Berlusconi intervenendo intervenendo telefonicamente alla convention del partito 'Italia, ci siamo' e lanciando un appello a Giorgia Meloni (Fdi) e Matteo Salvini (Lega): "Non può essere una fusione a freddo o per incorporazione, abbiamo fino al voto del 2023 per costruirlo dal basso". Berlusconi ha poi assicurato sul suo stato di salute: "Sto meglio, sono ancora in campo e intendo rimanerci nonostante tutto quello che mi è successo in questi anni".

La cena ad Arcore con Salvini

Incontro definito cordiale tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini questa sera ad Arcore. A proposito del futuro del centrodestra, i due leader hanno convenuto sull'esigenza di una sempre più stretta collaborazione tra Lega e Forza Italia. Dopo aver scambiato qualche battuta sulla partita della Nazionale e sul Milan, i due, riferiscono fonti della Lega, hanno affrontato i temi politici: riforme, situazione del governo Draghi, allarme immigrazione
L'obiettivo è rendere ancora più efficace l'azione comune in Parlamento. Passi avanti nella definizione della federazione auspicata da Salvini e, di conseguenza, lungo la strada del partito unitario che Berlusconi immagina in vista del 2023. 
Il tema delle amministrative sarà affrontato nei prossimi giorni al tavolo nazionale dove ci saranno anche gli altri protagonisti del centrodestra. Fonti di Forza Italia segnalano una "grande soddisfazione per gli importanti passi avanti nella direzione di una maggiore collaborazione tra le due forze politiche": si lavora alla federazione avendo come obbiettivo il partito unitario che Berlusconi ha proposto per il 2023.