{{IMG_SX}}Roma, 29 maggio 2008 - Per Enel ed Eni arrivano le conferme per i rispettivi ad e presidenti. Nelle liste presentate dal ministero dell'Economia e delle Finanze in vista delle Assemblee degli azionisti dei due gruppi, infatti, figurano rispettivamente per l'Enel Fulvio Conti e Piero Gnudi e per l'Eni Paolo Scaroni (nella foto) e Roberto Poli.

 

LE LISTE

Nella lista del ministero dell'Economia e delle Finanze che riguarda il Cda di Enel figurano: Gianfranco Tosi ; Piero Gnudi (presidente); Fulvio Conti; Alessandro Luciano ; Fernando Napolitano; Lorenzo Codogno.
Per quanto riguarda il Cda dell'Eni, nella lista del Tesoro figurano: Roberto Poli (presidente); Paolo Scaroni; Paolo Colombo; Paolo Marchioni; Pierluigi Scibetta; Mario Resca. Nella lista per il collegio sindacale del gruppo petrolifero italiano ci sono: Tiziano Onesti (Sindaco effettivo); Roberto Ferranti (Sindaco effettivo); Luigi Mandolesi (Sindaco effettivo); Francesco Bilotti (Sindaco supplente).


Ai consiglieri di amministrazione di Eni e Enel, si legge nella nota, «si potrà aggiungere un amministratore senza diritto di voto, la cui nomina, ai sensi dei poteri speciali previsti nello Statuto delle due società, sarà disposta con decreto del ministro dell'Economia e delle Finanze, di concerto con il ministro dello Sviluppo Economico.
 

 

 LE POSTE

Giovanni Ialongo è stato nominato presidente di Poste Italiane. Per Massimo Sarmi che è stato confermato amministratore delegato si tratta del terzo mandato consecutivo. Lo rende noto Poste Italiane al termine dell'Assemblea precisando che sono stati nominati Consiglieri di Amministrazione Roberto Colombo, Nunzio Guglielmino e Mauro Michielon.
Attraverso un profondo processo di rinnovamento Sarmi, alla guida della società dal maggio del 2002, ha messo a segno risultati di bilancio in costante crescita, fino a chiudere il 2007 con 17,2 miliardi di euro di ricavi, collocando il gruppo ai primi posti per redditività tra gli operatori postali d'Europa.
Ialongo, già presidente dell'Istituto Postelegrafonici-Ipost ne è attualmente Commissario straordinario. Tra gli incarichi, è Componente straordinario del Consiglio Superiore delle Comunicazioni ed è Presidente di Italia Previdenza SISPI, Società Italiana di Servizi per la Previdenza Integrativa (partecipata da INPS e IPOST).
È nato a Pico (FR) nel 1944, è coniugato ed ha un figlio.