Tokyo, 5 agosto 2021 - Staffetta 4x100 maschile in finale alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con il nuovo record italiano (37"92). Prestazione davvero convincente del quartetto dell'Italia composto da Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Eseosa Desalu e Filippo Tortu, pronti ora a tornare in pista per la finale in programma venerdì 6 agosto alle 15.50.

Staffetta 4x100 con Jacobs: la diretta della finale

Staffetta 4x400 maschile: quando e orario tv

Azzurri a caccia di medaglia il 6 agosto

Per la prima volta nella storia dell'atletica italiana la staffetta 4x100 sfonda il muro dei 38". Il precedente primato italiano di 38"11 era stato fissato il 4 ottobre 2019 ai Mondiali di Doha da Federico Cattaneo, Marcell Jacobs, Davide Manenti e Filippo Tortu.

Italiani in gara il 6 agosto - Il medagliere -  Risultati 5 agosto

Staffetta 4x100: i tempi

I quattro azzurri hanno concluso la seconda batteria di qualificazione al terzo posto, alle spalle di Cina (37"92) e Canada (37"92). L'Italia si è qualificata alla finale con il quarto tempo complessivo delle due batterie. In finale correranno anche Giamaica (miglior crono delle batterie con 37"82), Gran Bretagna (38"02), Giappone (38"16) e le ripescate Germania (38"06) e Ghana (38"08). Esclusa dalla finale la staffetta Usa, addirittura sesta nella batteria del quartetto azzurro.

Massimo Stano oro alle Olimpiadi. Il marciatore convertito all'Islam per amore

Dove vedere la finale della staffetta 4x100 maschile

La finale della staffetta 4x100 maschile sarà in diretta tv venerdì 6 agosto alle 15.50 (ora italiana) su Rai 2. Il quartetto azzurro composto da Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Eseosa Desalu e Filippo Tortu andrà a caccia di una medaglia sfidando gli avversari di Giamaica, Cina, Canada, Gran Bretagna, Giappone, Germania e Ghana. La finale sarà trasmessa anche in diretta streaming su Eurosport Player, Discovery+ e DAZN.

Jacobs: "Faremo grandi cose"

Marcell Jacobs è ottimista in vista della finale della staffetta maschile 4x100: "Credeteci tutti, domani faremo grandi cose - ha detto Jacobs dopo la batteria di qualificazione -. Siamo un gruppo super unito, ci stimoliamo a vicenda. Eravamo pronti ad arrivare qui e conquistare la finale. A questo punto continuo a sognare, perché i sogni portano grandi cose". Il campione olimpico dei 100 metri ha scherzato anche parlando della medaglia d'oro: "Ci dormo insieme nel letto, la porto sempre con me. Ho sentito l'amore della nazione". Jacobs ha risposto anche ad alcuni media americani e inglesi che, parlando delle sue prestazioni, avevano velatamente tirato in mezzo il tema del doping: "Io so che sono arrivato sin qua facendo tanti sacrifici, con tanto lavoro, tante sconfitte e tante delusioni. Mi sono sempre rialzato e tirato su le maniche e so che tutto quello che è successo è solamente grazie al duro lavoro. Non mi tocca assolutamente e non rispondo perché gli darei solo importanza. Trasferirmi negli Stati Uniti? Visto che sto cominciando a riallacciare questi rapporti con mio padre, l'intenzione è di passare qualche periodo con la famiglia là, ma non ho nessuna intenzione di andare ad abitare negli Stati Uniti perché in Italia mi trovo benissimo".

Tortu: "Sogniamo una medaglia"

Soddisfatto anche Filippo Tortu: "L'obiettivo era qualificarci per la finale, ce l'abbiamo fatta con il record italiano e dobbiamo sicuramente essere soddisfatti. Abbiamo fatto cambi con un minimo di sicurezza perché vogliamo giocarci al meglio la finale. Abbiamo fatto molto bene, ora dobbiamo tirare giù qualcosina per provare a sognare la medaglia".