Un'altra medaglia (d'argento)  per l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo. La mette al collo nella ginnastica una stratosferica Vanessa Ferrari nella finale del corpo libero. Solo l'americana Carey ha fatto meglio della nostra ginnasta. L’Italvolley donne incassa la seconda sconfitta consecutiva. Dopo il duro 3-0 contro la Cina è arrivata la battuta d’arresto al tiebreak contro gli Stati Uniti. Ora l’Italia attenderà le ultime partite dei gironi per conoscere la posizione di classifica e l’eventuale avversaria nei quarti di finale. Nella pallanuoto il pareggio tra Ungheria e Italia per 5-5 consegna il primo posto alla Grecia. Avanzano Burgo e Genzo nella canoa. Ciclismo su pista: avanza l'Italdonne nell'inseguimento e sono ok anche gli uomini. Beach volley: Lupo e Nicolai volano ai quarti.

Con la medaglia d'argento di Vanessa Ferrari sono per il momento 29 le medaglie dell'Italia (in realtà oggi sono 28 ma una è già sicura anche domani nella vela). Superate Rio e Londra. Brividi per la premiazione di Tamberi e Jacobs.

Tutte le gare di oggi

31 luglio: Italia da impazzire: due ori nell'atletica

Jacobs si commuove sul podio. Tamberi e Barshim si scambiano gli ori

Il medagliere: l'Italia vola

Sommario

Ginnastica artistica

La nostra Vanessa Ferrari, 30 anni, vince la medaglia d'argento nella finale del corpo libero nel giorno in cui arriva la notizia che riguarda Simone Biles: la fuoriclasse americana potrebbe scendere nuovamente in pedana. E' infatti iscrittta alla gara della trave in programma per domani (martedì).

Vanessa ha centrato l'argento con 14.200 nel corpo libero. L'oro è andato alla statunitense Jade Carey con 14.366 e il bronzo ex aequo alla giapponese Mai Murakami e alla russa Angelina Melnikova con con 14.166.

Atletica

image

Non arriva un’altra medaglia dal salto, ma era impossibile. Randazzo chiude ottavo la finale del salto in lungo con 7.99, e qualche rammarico, vinta dal greco Tentoglu con 8.41, stessa misura del cubano Echevarria secondo (il greco vince per una miglior seconda misura), terzo l’altro cubano Masso con 8.21. Nelle altre gara. Avanti anche Gaia Sabbatini nei 1.500 metri, eliminata invece Del Buono. Da segnalare la vittoria di Garrison nei 100 ostacoli in 12”36, primo oro per Portorico. Nei 200 metri donne finisce in semifinale l'esperienza di Gloria Hooper e Dalia Kaddari. La Hooper ha chiuso la seconda semifinale all'8° posto in 23"28, mentre la Kaddari è arrivata ultima nella terza semifinale in 23"41. Non ce la fa nemmeno Davide Re, escluso dalla finale dei 400 metri. Il primatista italiano con 44"77 nel giugno 2019 ha concluso la prima delle tre semifinali al quinto posto in 44"94 per un ritorno dopo oltre un anno e alcuni problemi fisici sotto i 45". Eliminate anche Yadisleidis Pedroso e Linda Olivieri nei 400 ostacoli. Nella finale dei 3mila siepi Ala Zoghlami si è classificato al nono posto in 8:18 e 50; Ahmed Abdelwahed al 14° col tempo di 8:24 e 34. Nei 5000 metri donne vince l'oro l'olandese Sifan Hassan con il tempo di 14'36"79, argento per la keniana Hellen Obiri, bronzo per l'etiope Gudaf Tsegay: settima l'azzurra Nadia Battocletti, che ha chiuso con il suo personale in 14'46"29. Nel salto con l'asta femminile niente finale per Elisa Molinarolo e Roberta Bruni: le due azzurre hanno fallito la qualificazione saltando rispettivamente 4,40 e 4,25. Deludente prestazione di Daisy Osakue nella finale olimpica del lancio del disco. A differenza del turno di qualificazione nel quale con 63,66 metri aveva eguagliato il record italiano di Agnese Maffeis, in finale la discobola azzurra non è riuscita a superare la fettuccia dei 60 metri: 59,97 al primo lancio, nulli i due lanci successivi. Per l'italiana solo un dodicesimo ed ultimo posto.

Il sogno di Jacobs, l'uomo più veloce del mondo

Tamberi, l'anima rock del salto in alto

Pallanuoto

Rimonta per il Settebello nell’ultima partita della fase a gironi: 5-5 per l’Italia contro l’Ungheria, che era stata avanti 4-2 a metà gara, poi 1-1 il parziale nel terzo periodo e quarto periodo con il 2-0 azzurro che consente la parità. Di Echenique, Aicardi doppietta, Figlioli e Di Fulvio i gol azzurri. La squadra di Campagna chiude dunque seconda dietro la Grecia che ha battuto 14-5 gli Stati Uniti. Nei quarti l'Italia affronterà la Serbia. Il ct Campagna: "Sarà battaglia".

Nuoto sincronizzato

Linda Cerruti e Costanza Ferro sono seste al termine del programma libero del duo di nuoto sincronizzato. Le azzurre hanno chiuso con il punteggio di 91.200. Al primo posto provvisorio Svetlana Kolesnichenko e Svetlana Romashina.

2 agosto: gli italiani in gara

Gli azzurri da medaglia

(L'articolo prosegue sotto il widget)

Pallavolo

Seconda sconfitta per l’Italia di Mazzanti rimontata e battuta 3-2 al tiebreak dagli Stati Uniti. Squadra a corrente alternata, bene nel primo set, bene nel terzo con sontuosa rimonta da 20-15 sotto, poi il crollo. Punteggio di 21-25 25-16 25-27 25-17 15-12 a favore degli Usa: ora le azzurre attenderanno il match della Russia, che potrebbe salire al primo posto, per conoscere posizione e avversaria nei quarti di finale.

image

Beach volley

Daniele Lupo e Paolo Nicolai (Ansa)

La coppia italiana del beach volley formata da Paolo Nicolai e Daniele Lupo ha battuto per 2-0 (22-20, 21-18) quella polacca (Fijalek/Bryl). Gli azzurri accedono così ai quarti di finale.

Ciclismo su pista

Donne. L'Italia passa il turno di qualificazione nella prova di inseguimento a squadre donne nel ciclismo su pista. Al Velodromo di Izu le azzurre Rachele Barbieri, Letizia Paternoster, Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini chiudono quarte col crono di 4'11''666, nuovo record italiano. La Germania chiude in testa col nuovo record del mondo, 4'07''307, davanti a Gran Bretagna, +1''715, e Stati Uniti. Il quartetto azzurro affronterà ora nel primo turno le tedesche.

Uomini. Il quartetto maschile sempre nell'inseguimento a squadre (Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna) si è piazzato dietro alla Danimarca (3'45"014) e davanti alla Nuova Zelanda. Gli azzurri, che hanno centrato il record italiano, sfideranno proprio i neozelandesi per l'accesso alla finale. 

Tuffi

Niente semifinale per Lorenzo Marsaglia nella gara del trampolino da 3 metri. Il tuffatore azzurro ha chiuso le qualificazioni al 20° posto con 369,60 punti.

Vela

Il nono e terzultimo giorno della vela è anche il primo ad essere annullato. Il vento assente per il cielo coperto e il passaggio di un fronte piovoso hanno indotto i Comitati di Regata a comunicare l'annullamento. Sono rinviate a domani le ultime due prove della serie di qualifica (9-10) dei 470 maschili e femminili, rispettivamente con Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò che sono al 7° posto dopo 8 prove, ed Elena Berta e Bianca Caruso al 13° posto, entrambi interessati a chiudere bene la serie e puntare a un posto nella Medal Race di Finale.

Canoa Sprint

Passano in semifinale Samuele Burgo e Francesca Genzo. Il primo non è riuscito a strappare il pass diretto per la qualificazione nel K1 1000, terzo in batteria, ed è dovuto passare dai quarti di finale. L’azzurro, con una grande rimonta nei secondi 500 metri, ha chiuso il quarto in seconda posizione guadagnando così la meritata semifinale. Si è qualificata subito invece Francesca Genzo nel K1 200 dopo aver chiuso al secondo posto la sua batteria.

Tiro a segno

Niente finale per Marco De Nicolo e Lorenzo Bacci nella gara della carabina 3 posizioni. Gli azzurri hanno concluso le qualificazioni rispettivamente al 19° e 30° posto.

Live center