Irma Testa in azione alle Olimpiadi (Ansa)
Irma Testa in azione alle Olimpiadi (Ansa)

Nottata agrodolce per l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo 2020: il bottino recita 3 medaglie (nel canottaggio, nel nuoto e nella sciabola) più una virtuale già messa in carniere da Irma Testa nella boxe femminile, evento mai successo per le azzurre. Pesano però le delusioni in vasca (in particolare Simona Quadarella) e nel tennis, con Fabio Fognini e Camila Giorgi eliminati. Solo decima Elisa Longo Borghini nella prova a cronometro di ciclismo femminile, mentre chiude con un onorevole settimo posto nei suoi 200 metri stile libero Federica Pellegrini: per lei ancora lacrime e tanti, tantissimi complimenti. A prescindere. Delusione anche nel ciclismo: solo quinto Filippo Ganna. Nella scherma azzurri d'argento, ko in finale con la Corea del Sud. Bene l'Italvolley che passa 3-1 sulla Turchia. 

I risultati degli italiani del 28 luglio

Il medagliere: Italia scende, dietro a Francia e Germania

Italiani in gara il 29 luglio Gli azzurri a caccia di una medaglia

Il programma del 29 luglio

 Il calendario delle Olimpiadi

Sommario

Calendario atletica, la guida: quando inizia, orari, italiani

Nuoto

Dalle semifinali dei 100 metri stile libero arrivano notizie opposte: Alessandro Miressi e il suo 47''51 staccano il pass per l'atto conclusivo, mentre Thomas Ceccon nuota in un 48''05 che non basta. Si chiude con un settimo posto raccolto in 1'55''91 l'avventura di Federica Pellegrini nei 'suoi' 200 metri stile libero: per la Divina ancora lacrime e soprattutto la conferma che nel nuoto italiano è davvero finita un'epoca. Per una medaglia bisogna aspettare i 200 metri farfalla maschile, con Federico Burdisso che nuota in 1'54''45 e riesce a centrare il podio nonostante un finale in sofferenza. Il sogno di Simona Quadarella nella finale dei 1500 metri stile libero termina di fatto dopo 1.200 metri di gara, quando un crollo le strappa quel podio a lungo cullato: per lei un altissimo tempo finale di 15'53''97 che le vale un deludente quinto posto e soprattutto tanti interrogativi legati anche agli 800 metri stile libero. Stessa posizione (in 7'03''24) anche per gli azzurri della 4X200 metri stile libero: fino agli ultimi 50 metri le chance di centrare il podio sembravano concrete ma alla fine a spartirsi le medaglie sono Gran Bretagna (oro), Russia (argento) e Australia (bronzo), con gli USA (quarti) che guadagnano la palma di delusione assoluto della gara. Federica Pellegrini non sarà al via nei 100 metri stile libero. La campionessa azzurra, scende in gara nella staffetta 4x200 stile libero per la sua ultima gara a Tokyo:  le azzurre vengono squalificate per un cambio contestato tra Pirozzi e Mascolo. Stefania Pirozzi, Anna Chiara Mascolo, Giulia Vetrano e Federica Pellegrini avevano chiuso la gara col crono di 7'59"17, lontane comunque dai tempi delle migliori otto formazioni.

Federica Pellegrini (Ansa)

Nelle batterie del pomeriggio (ora di Tokyo), Matteo Restivo viene eliminato nei 200 dorso, ventesimo nelle batterie col crono di 1'58"36, a più di due secondi dal suo primato italiano (del 2018). Francesca Fangio accede alle semifinali nei 200 rana, nuotando in 2'23"89, a 83 centesimi dal suo primato nazionale, fatto registrare lo scorso 27 giugno al "Settecolli". Missione compiuta per l'azzurra, allenata da Renzo Bonora per In Sport Rane Rosse, che ottiene il 13° crono delle batterie. Eliminata invece Martina Carraro. La 28enne genovese ha chiuso le batterie in 2'26"17, al 21° posto.

Federica Pellegrini: "Matteo Giunta mio compagno di vita"

Canottaggio

La notizia della positività al Covid di Bruno Rosetti, sostituito da Marco Di Costanzo, non impedisce al quattro senza azzurro di conquistare un ottimo bronzo, mentre nel quattro di coppia maschile l'Italia non va oltre la quinta posizione dopo aver dominato la prima parte di gara: poi un disguido con un remo praticamente quasi ferma l'imbarcazione, vanificando gli sforzi profusi fino a quel momento. Rimpianti anche per le azzurre del quattro di coppia, che chiudono in crescendo con una rimonta che vale quasi il podio: il bronzo va invece per un soffio all'Australia. Non va oltre il nono posto il doppio senior femminile.

Scherma

L'Italia è d'argento nella sciabola a squadre: azzurri ko in finale con la Corea del Sud 26-45. In semifinale Montano e compagni avevano battuto l'Ungheria per 45-43.

Scherma, sciabola da sogno. Montano trascina l'Italia in finale: dove vederla in tv

Basket

Dopo la vittoria al debutto nel torneo olimpico maschile contro la Germania, l'Italbasket cede 86-83 all'Australia nella seconda uscita nel gruppo B. Prossimo impegno il match contro la Nigeria.

Olimpiadi, Tamberi scalpita: quando è il salto in alto e dove vederlo in tv

Judo

Si ferma ai ripescaggi la corsa di Alice Bellandi (categoria 70 kg), ko al golden score con la croata Barbara Matic. In precedenza aveva battuto Assmaa Niang al Golden Score e Anna Bernholm prima di essere eliminata da Sanne Van Dijke. Quindi i ripescaggi, senza fortuna. Nicholas Mungai (categoria 90 kg) viene a sua volta sconfitto da Davlat Bobonov e saluta così i sogni di gloria. 

Boxe

Irma Testa (categoria 57 kg) batte Caroline Veyre con verdetto unanime e si assicura così una medaglia virtuale (la prima di una donna italiana in un'Olimpiade) a prescindere dall'esito della semifinale, in programma sabato 31 luglio alle 6:40 contro Nesthy Petecio.

Tennis

Si ferma ai quarti il cammino di Camila Giorgi, sconfitta per 2-0 (6-4; 6-4) da Elina Svitolina. Fuori anche Fabio Fognini, sconfitto per 2-1 (6-2; 3-6; 6-2) da Daniil Medvedev.

Ciclismo

Questa volta l'oro di Annemiek Van Vleuten è reale e non frutto di un errore di calcolo, come successo nella prova in linea: è l'olandese la migliore nella cronometro, con Elisa Longo Borghini solo decima. Nella prova a cronometro maschile Filippo Ganna ha chiuso al soltanto al quinto posto. Medaglia d'oro a Roglic, argento Dumouilin, bronzo Dennis. 

Tuffi

Nel sincro da 3 metri Lorenzo Marsaglia e Giovanni Tocci hanno chiuso al sesto posto con 388.05. Medaglia d'oro per i cinesi Zongyuan Wang e Siyi Xie.

Tiro a volo

Buona partenza nel tiro a volo specialità trap per Alessandra Perilli e Gian Marco Berti dopo le prime tre serie da 25 piattelli. Perilli è seconda in classifica avendo centrato 74 piattelli su 75. Davanti solo la slovacca Rehac Stefecekova che ha concluso facendo il pieno con 75, mentre con 74 c'è anche l'italiana Silvana Stanco. Perilli ha mancato un piattello nella prima serie per poi tirare dritta senza altri errori.

Gian Marco Berti, al comando della gara maschile con 74 su 75, a pari merito con altri 4 tiratori. Domani le ultime due serie da 25 piattelli ciascuna: i primi 6 della classifica andranno in finale. Berti è tra i cinque tiratori che hanno concluso in testa le tre serie con 74 piattelli su 75: il sammarinese è stato perfetto nelle prime due serie e si è immediatamente ripreso nella terza dopo aver mancato un piattello. 

Volley

L'Italvolley maschile si riscatta subito battendo i padroni di casa del Giappone, superato 3-1. Avanti 2 set a 0, gli azzurri di Blengini cedono sul filo il terzo set, imponendosi poi d'autorità nel quarto. Brutte notizie dal beach volley: la coppia azzurra formata da Adrian Carambula ed Enrico Rossi cedea al duo del Qatar Cherif Younousse/ Ahmed Tijan per 2-0 con i parziali di 24-22 e 21-13 nella gara valida per la Pool C.

Seconda sconfitta per Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth nel torneo femminile: le azzurre hanno perso 2-0 (22-20 21-19) contro la coppia australiana formata da Artacho Del Solar e Clancy.

La giornata live