Federica Pellegrini in vasca a Tokyo 2020 (Ansa)
Federica Pellegrini in vasca a Tokyo 2020 (Ansa)
Ancora Federica Pellegrini protagonista dei Giochi di Tokyo: dopo il settimo posto nella finale della sua gara, i 200 stile, la Divina è tornata in vasca subito per la staffetta mista-mista, contribuendo a conquistare il pass per la finale. L’Italia accede infatti alla finale nella gara 4X100 mista mista ai Giochi di Tokyo con il quinto tempo, 3’42’’65, vicino al...

Ancora Federica Pellegrini protagonista dei Giochi di Tokyo: dopo il settimo posto nella finale della sua gara, i 200 stile, la Divina è tornata in vasca subito per la staffetta mista-mista, contribuendo a conquistare il pass per la finale. L’Italia accede infatti alla finale nella gara 4X100 mista mista ai Giochi di Tokyo con il quinto tempo, 3’42’’65, vicino al record italiano. La Pellegrini ha nuotato l’ultima frazione.

Italiani in gara il 31 luglio alle Olimpiadi. Quadarella, Italbasket, Jacobs: orari tv

Il medagliere: l'Italia 15esima. La Cina sempre in testa

"Ho sempre onorato le staffette", dichiara soddisfatta Federica Pellegrini ai microfoni di Rai Sport dopo la 4x100 misti mista in cui ha portato l’Italia a chiudere al terzo posto dopo Cina e Australia con un quinto tempo totale che vale l’accesso in finale". "Sarà con noi anche in finale" promette Elena Di Liddo, che ha gareggiato nella frazione a farfalla. "Abbiamo raggiunto il risultato previsto, ora andiamo a giocarcela", ha aggiunto la pugliese. Molto soddisfatti anche i due componenti maschili della staffetta, Nicolò Martinenghi (rana) e Simone Sabbioni (bronzo).

Ma Fede centra anche la finale della staffetta 4x100 mista. In squadra con Margherita Panziera, Arianna Castiglioni, Elena Di Liddo, la 'Divina' ottiene l'ingresso con il quarto tempo ( 3'55"79, nuovo record italiano).

Simona Quadarella reagisce bene al quinto posto nei 1500 e centra la finale degli 800, specialità di cui è vice campionessa mondiale. Ha il terzo tempo complessivo (8’17”32) delle batterie: nella sua serie ha nuotato contro l’americana Katie Ledecky, padrona assoluta ella specialità in 8’15”67, seguita dalla tedesca Sarah Kohler in 8’17”22. In gara anche Martina Caramignoli, che ha chiuso in 8’33”15, al 20° posto. Promossa alla finale l’australiana Ariarne Titmus, già 2 ori nei 200 e nei 400 sl, in 8’18”99.