Tokyo, 21 giugno 2021 - Le Olimpiadi di Tokyo non si svolgeranno a porte chiuse. La buona notizia giunge direttamente dal Comitato Olimpico, che permetterà l'accesso ad un massimo di 10mila spettatori sulle tribune degli impianti e del 50% della capienza totale all'interno delle strutture di dimensioni minori. L'atmosfera sarà dunque piacevole durante le gare di sollevamento pesi, judo e karate, ad esempio, che si svolgeranno al Tokyo International Forum e al Nippon Budokan con, rispettivamente, 2.500 spettatori su 5mila e 5mila supporters su 10mila. Meno calorose saranno le attività previste presso lo stadio Olimpico, dove su 68mila presenze ne saranno consentite solo 10mila per le competizioni di atletica, calcio e cerimonie di apertura e chiusura.

Il Comitato ha poi stabilito delle regole ferree per lo spostamento: i possessori del ticket d'ingresso dovranno effettuare esclusivamente il tragitto da casa propria all'impianto di destinazione, senza tappe intermedie. Potranno entrare solamente cittadini giapponesi, che dovranno indossare sempre la mascherina e persino evitare di urlare o agitarsi troppo nel tifare gli atleti. Queste regole, imposte dal presidente Thomas Bach e dalla governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, oltre che dalla ministra per lo Sport Tamayo Marukawa, resteranno valide a meno di variazioni dell'ultimo minuto. Un eventuale peggioramento dei casi di coronavirus in Giappone potrebbe modificare ulteriormente il contesto nel quale si svolgeranno le Olimpiadi.

Leggi anche: Calhanoglu, l'Inter tenta lo scippo al Milan