Milano, 8 luglio 2021 - Le Olimpiadi di Tokyo, in programma dal 23 luglio all'8 agosto, andranno in scena senza pubblico. Una brutta notizia per i tifosi e gli atleti, che gareggeranno senza il sostegno degli spettatori. La decisione è stata presa dal consiglio direttivo, composto dal presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, dalla presidente del comitato organizzatore Seiko Hashimoto e dalla governatrice Yuriko Koike, assieme alla ministra per lo Sport Tamayo Marukawa. La riunione tenutasi in giornata ha portato al divieto d'ingressi negli stadi e nei palazzetti durante la kermesse a cinque cerchi. 

Nuovo stato d'emergenza

Questo perché il Giappone ha dichiarato un nuovo stato di emergenza a Tokyo a causa della risalita dei casi di Covid. Stato di emergenza che entrerà in vigore il 12 luglio, per restarlo fino al 22 agosto. "Prendendo in considerazione l'effetto delle varianti del coronavirus e per non lasciare che i contagi si diffondano nuovamente nel resto del Paese, dobbiamo rafforzare le nostre contromisure", ha spiegato il primo ministro nipponico Yoshihide Suga. Desolato il presidente del comitato organizzatore Hashimoto. "E' un peccato che i Giochi si svolgano con queste limitazioni, chiedo scusa a chi aveva acquistato i biglietti". 

Leggi anche: Europei, quanto guadagnano le Federazioni