Thomas Bach, presidente del Cio
Thomas Bach, presidente del Cio

Milano, 25 marzo 2020 - "Cari atleti, potete stare certi che il vostro sogno olimpico diventerà realtà". Questo il messaggio lanciato da Thomas Bach, presidente del Comitato Internazionale Olimpico, a tutti quegli sportivi che dovranno rivedere i propri piani dopo la notizia di ieri del rinvio di Tokyo 2020, che andrà in scena fra un anno, anche se le date sono ancora incerte. "Cercheremo di organizzare le Olimpiadi nel periodo estivo del 2021 - ha sottolineato Bach - Ovviamente serviranno sacrifici e compromessi da parte di tutti. Da metà febbraio esiste una task-force (chiamata "Here we go", ndr), noi seguiamo le informazioni periodiche fornite da questo gruppo di lavoro che comprende il Cio, il Comitato organizzatore dei Giochi, gli amministratori di Tokyo, il Governo giapponese e in particolare l'Organizzazione mondiale della sanità". 

Proprio la posizione dell'Oms è stata determinante nella scelta di posticipare i Giochi, come rivelato da Bach. "In questo senso, ha giocato un ruolo decisivo anche il diffondersi del Coronavirus in tutto il mondo, fra cui anche l'Africa e le isole dell'Oceania". Una decisione tanto difficile quanto inevitabile, che tuttavia non ha scoraggiato il presidente del Cio. "Vorrei invitare tutti gli atleti a prepararsi per Tokyo 2020 con grande impegno. Da parte nostra continueremo a supportarli e così faremo con i rispettivi Comitati olimpici nazionali. Restiamo molto fiduciosi sul successo di questi Giochi Olimpici". 

Francesco Bocchini