Usain Bolt (Ansa)
Usain Bolt (Ansa)

Tokyo, 20 luglio 2021 - Usain Bolt, leggenda dell'atletica e vincitore di otto ori olimpici in carriera, ha criticato aspramente le ultime decisioni sullo sport di cui è ancora il re. A margine dell'inizio delle Olimpiadi di Tokyo, il giamaicano ha messo nel mirino la scelta di sviluppare delle superscarpe che migliorano le prestazioni dei corridori, permettendo ad essi di abbassare i tempi cronometrati.

"Quando iniziarono a parlarmi di queste scarpe non pensavo che potessero davvero introdurle - dice Bolt - e ora hanno aggiustato anche i chiodi per avvantaggiare agli atleti". I chiodi di cui parla il campione 34enne servirebbero per aumentare la stabilità nei primi metri, quando gli sprinter effettuano il primo scatto dalla postazione di partenza. Un'altra novità sono le piastre di carbonio, ora più larghe della pianta del piede e che aiutano, anche in questo caso, gli atleti ad avere maggiore superficie di contatto col terreno per mantenere l'equilibrio in fase di spinta.

"In passato molte aziende hanno provato a introdurre questi cambiamenti e chi governa l'atletica lo aveva sempre impedito. Sapere che oggi stanno modificando perfino i chiodi è invece ridicolo", ha concluso Bolt.

Leggi anche: Chi sono i portabandiera dell'Italia a Tokyo