Sabato 20 Luglio 2024

I pagamenti con carta superano i contanti

Prepagata, di debito o di credito: soluzioni per esigenze diverse. I portafogli digitali rappresentano una nuova frontiera .

I pagamenti con carta superano i contanti

I pagamenti con carta superano i contanti

I contanti diventano demodè e intanto continua ad aumentare il numero di pagamenti fatti attraverso le carte. Nel 2022, per la prima volta in Italia, la quota di pagamenti non in contanti nei punti vendita (51%) ha superato quella dei pagamenti in contanti (49%). Complice certamente la pandemia di Covid-19, che ha giocato un ruolo cruciale nell’accelerare questa tendenza. Le misure di distanziamento sociale e la paura del contagio hanno spinto molti a evitare l’uso del contante, considerato potenzialmente veicolo di trasmissione del virus.

Sebbene l’Italia sia ancora in ritardo rispetto agli altri Paesi dell’area euro nell’uso di strumenti diversi dal contante, conoscere meglio le carte di pagamento ci aiuta a essere più consapevoli delle nostre scelte. Per questo è bene sapere che le carte di pagamento che vediamo in circolazione non sono tutte uguali, ma che ne esistono tre diversi tipi: di debito, di credito e prepagate. La carta di debito, comunemente nota come Bancomat, è rilasciata dalla banca presso cui si apre il conto. La spesa viene addebitata immediatamente sul conto, quindi è necessario avere disponibilità di denaro. La carta di credito, invece, consente di fare acquisti rimandando l’addebito della spesa a un momento successivo, solitamente dopo un mese. Nel periodo tra la spesa e l’addebito, l’emittente della carta ci finanzia concedendoci un credito, da cui il nome carta di credito.

Esiste poi la carta di credito revolving, che permette di restituire la somma spesa in più mesi. La carta prepagata, a differenza delle precedenti, non è solitamente collegata a un conto bancario e deve essere ricaricata di volta in volta per poter essere utilizzata. Il limite di spesa dipende da quanti soldi sono disponibili sulla carta. Alcune banche rilasciano anche carte prepagate con Iban, le cosiddette ibanizzate, che possono essere utilizzate per incassare lo stipendio o la pensione e per effettuare altri tipi di pagamento, come i bonifici o gli addebiti diretti. Un altro sistema di pagamento molto utilizzato, soprattutto tra i giovani, sono i digital wallet, o portafogli digitali. Ne esistono due tipi principali: gli staged wallet e i pass-through wallet.

a cura di Sofia Spagnoli