Letta e Manfredi con i lavoratori della Whirlpool
Letta e Manfredi con i lavoratori della Whirlpool

Napoli, 23 luglio – Una pettorina con la scritta "Whirlpool Napoli non molla" donata a Letta, così i lavoratori hanno riacceso i riflettori su una vicenda occupazionale che sembra lontana da possibili soluzioni. È successo a margine della festa del Pd organizzata all'Ippodromo di Agnano, dove gli operai in rivolta hanno parlato con il segretario del Pd, Enrico Letta, e il candidato sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

A Letta è stata donata una pettorina con la scritta "Whirlpool Napoli non molla", storico slogan della protesta condotta dai lavoratori. "Un incontro in cui abbiamo chiesto e ottenuto un impegno del partito - fa sapere Antonio Accurso, segretario generale aggiunto della Uilm Campania - attraverso l'azione del segretario e dei ministri perché sia fermata la procedura di licenziamento e Whirlpool torni al tavolo per individuare una soluzione industriale di alto livello che parta dal rispetto degli accordi".

Il mondo della politica sta rispondendo in massa alle richieste di aiuto dei lavoratori di via Adige, nei giorni scorsi a Palazzo Chigi è stata votata in modo trasversale una mozione a sostegno della vertenza. "Il segretario Letta - spiega Accurso - ha convenuto che questa vertenza è emblematica e farà da spartiacque nel modo in cui il Paese dovrà affrontare i temi del lavoro e delle multinazionali che chiudono i siti per motivi strategici e non per questioni industriali, la crisi ha bisogno di strumenti più forti e ora è il momento di riprendere una politica industriale seria che vincoli gli aiuti alla garanzia occupazionale".