La dipendente comunale intervistata sorpresa da Striscia la Notizia
La dipendente comunale intervistata sorpresa da Striscia la Notizia

Ercolano (Napoli), 20 ottobre 2021 – Sospesa la dipendente comunale a luci rosse e il sindaco annuncia: “Ci costituiremo parte civile nel processo penale”. Dopo le scene hard registrate da una dipendente comunale dei servizi funebri di Ercolano e mandate in onda in prima serata da Striscia la Notizia, il municipio è stato travolto da una tempesta in piena. “All'indignazione facciamo seguire i fatti. Abbiamo già sospeso la dipendente ed avviato il procedimento disciplinare finalizzato finanche al licenziamento”, fa sapere il sindaco Ciro Buonajuto, che l’altra sera ha visto in diretta il servizio. Al centro della polemica le scene hot registrate da una dipendente comunale durante l’orario di lavoro, con la webcam dell’ufficio. Potrebbe essere stata una soffiata di alcuni colleghi a smascherare la donna, in tanti probabilmente sapevano che la dipendente comunale si mostrava in spogliarelli con la webcam in ufficio. E infatti in alcune delle scene mandate in onda da Striscia si vedono altri dipendenti comunali partecipare con mani infilate nella scollatura e sotto il vestito della donna.

“Ci costituiremo parte civile nel processo penale, perché il comportamento di un singolo non può gettare fango su una intera comunità. Ercolano è altro, è la bellezza delle ville vanvitelliane, è il fascino senza tempo del parco archeologico e la straordinaria immensità del Vesuvio. Non accettiamo lezioni di moralità da nessuno perché la nostra città ha sconfitto la camorra grazie al coraggio dei cittadini e adesso vuole continuare a investire in turismo e cultura”.