quotidiano nazionale
31 mag 2022

Napoli, Veronica investita tra i tavoli, l'appello: "Venite a donare il sangue per lei"

Rispondono in 40 alla richiesta di aiuto lanciata dal compagno Raffaele. La giovane, travolta da uno scooter del clan, è ricoverata in gravi condizioni al Cardarelli

31 mag 2022
monica guerci
Cronaca
Sandro Ruotolo in via dei Tribunali (foto Facebook)
Sandro Ruotolo in via dei Tribunali (foto Facebook)
Sandro Ruotolo in via dei Tribunali (foto Facebook)
Sandro Ruotolo in via dei Tribunali (foto Facebook)

Napoli, 31 maggio 2022 - Veronica lotta tra la vita e la morte. Il 15 maggio è stata investita da una moto che correva a tutta velocità lungo via Tribunali, a Napoli: moto appartenente ad elementi vicini ai clan della zona, tanto che dopo poco una ventina di malintenzionati tornarono sul posto per recuperare il veicolo e minacciare i testimoni. Da due settimane Veronica è ricoverata in gravi condizioni nell'ospedale Cardarelli: ieri il compagno, Raffaele Del Gaudio, ha lanciato un appello a donare il sangue per lei. "Non abbandonateci adesso, abbiamo bisogno di voi.  Il gruppo è RH0 positivo“, l'appello di Raffaele a cui si è unita la voce del senatore Sandro Ruotolo. Stamane 31 maggio, 40 donatori si sono recati al Cardarelli, e quindici di loro hanno dichiarato di voler offrire il proprio sangue per le cure di Veronica.  La vicenda di Raffaele e di Veronica ha suscitato commozione e solidarietà. La coppia - lui napoletano, lei cilena - ha aperto da alcuni mesi un ristorante in via dei Tribunali. La moto l'ha travolta proprio mentre girava tra i tavoli all'aperto del locale. Il gruppo di malintenzionati giunto poco dopo a scopo intimidatorio prese a spintoni anche alcuni avventori del locale, che accortisi di quanto avveniva erano intervenuti a difesa della coppia.  Raffaele, Danilo, Fabio hanno scelto di restare a Napoli, di non andare via e di costruire tra i vicoli il loro futuro e coltivare la speranza di una città diversa. Hanno investito il Tfr del loro papà e partecipato al bando 'Resto al sud'. Cosi è nato il ristorante in via dei Tribunali 'Cala la pasta'. E domenica scorsa, su questa storia in discontinuità, è scesa la notte più buia. Veronica, in queste ore, lotta tra la vita e la morte. E loro, nonostante tutto, hanno denunciato gli aggressori. Una ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?