Vacanze in barca a vela
Vacanze in barca a vela

Napoli, 21 agosto 2021 - Boom di prenotazioni per le barche a vela, tra le mete più gettonate dai turisti Procida, Salerno e Napoli. Con la pandemia gli italiani hanno riscoperto la passione per
le vacanze in barca a vela o in catamarano. È un fenomeno che era già iniziato l'anno scorso con l'aumento di richieste di charter dopo la fine del lockdown, ma quest'anno la voglia di trascorrere delle vacanze all'aria aperta sentendosi più sicuri è scoppiata. Niente assembramenti, mete isolate ed equipaggi “Covid free” con il Green Pass.

"A luglio e agosto abbiamo registrato un full booking in Italia", spiega Claudio Fiorentino, general manager di Charter Italy, il motore di ricerca specializzato nel noleggio di imbarcazioni, sottolineando che il boom delle prenotazioni è stato maggiore rispetto all'anno scorso e che tre anni fa non era così. “Anche settembre è abbastanza pieno e al momento siamo intorno al 60-70%. C'è molta richiesta", sottolinea Fiorentino. Quest'anno in Italia, stima, "il 70% delle prenotazioni sono state effettuate da italiani, il 30% da stranieri".

“Nel 2020 gli italiani avevano scelto soprattutto l'Italia, quest'anno sono andati anche in Croazia e in Grecia. Molte persone sono rimaste a piedi non trovando una barca nel periodo più caldo", racconta Fiorentino. A contribuire a questo fenomeno di crescita delle prenotazioni è anche il fatto che la vacanza in barca è sembrata per molti una modalità sicura per trascorrere le ferie in tranquillità e lontani dagli assembramenti. "Con la pandemia le persone si sentono più sicure in barca. Si può trascorrere una vacanza in famiglia o con degli amici, con uno skipper che si è fatto il tampone, lontani dalle spiagge affollate e dagli assembramenti. Già l'anno scorso avevamo osservato questo fenomeno. Quest'anno si sono aggiunte delle persone che con il passaparola hanno scelto questo tipo di vacanza", spiega Fiorentino. Green pass, vacanze "sorvegliate": la stretta di Ferragosto

Le mete più gettonate

Il boom delle prenotazioni per quest'estate è iniziato in Toscana quattro mesi fa. Poi è toccato alla costa tirrenica: Procida, Salerno, Napoli e Nettuno. “Un fenomeno che inizialmente era legato al fatto che in molti non sapevano quale sarebbero state le restrizioni adottate per fronteggiare il Covid – ricorda Fiorentino – e che in molti sceglievano di non prendere i traghetti per andare in Sardegna e nelle isole Eolie. Poi, a poco a poco, le prenotazioni si sono diffuse sul tutto il territorio". Quest'anno, sottolinea ancora Fiorentino, "il full booking è stato registrato non solo in Italia, ma anche in Grecia e in Croazia grazie al Green Pass”. Le circa 2.500 imbarcazioni in Italia, le circa 4mila in Croazia e le 4mila in Grecia sono andate a ruba. La paura della variante spinge le vacanze green

I costi delle barche

Nessun rincaro nei prezzi dei noleggi, secondo Fiorentino, anche se qualche ritocco nei listini c'è stato per l'aumento dell'Iva sulle locazioni e per l'oscillazione al rialzo delle richieste nel mese di agosto. Difficile stimare il prezzo di una vacanza in barca, perché dipende dal tipo di imbarcazione scelta e dalla zona di noleggio. "Diciamo che si va da 1.200-1.400 per una barca senza skipper per 4 persone per una settimana, fino a 15 mila euro, escludendo le barche extra lusso ovviamente", sottolinea il general manager di Charter Italy. "Quest'anno sono stati presi
d'assalto anche i catamarani che sono i più costosi: si va da 8 mila euro a luglio fino a 13-14 mila euro ad agosto. Se si vuole navigare con poco bisogna fare le prenotazioni con largo anticipo e a settembre spesso gli armatori fanno anche degli sconti. Insomma volendo c'è modo di poter risparmiare", rileva Fiorentino. Estate, raffica di rincari sulle vacanze. Codacons: +11% medio rispetto al 2020