Martedì 23 Luglio 2024

Terra dei fuochi, a Caivano trovati 10mila metri cubi di rifiuti pericolosi. C’è anche l’amianto

La scoperta dei Carabinieri forestali in località ‘Ex cimitero colerico’. L’area, di 4mila metri quadrati, è stata sequestrata

Carabinieri forestali (Foto repertorio Ansa)

Carabinieri forestali (Foto repertorio Ansa)

Napoli, 27 giugno 2024 – Fanno segno le indagini del gruppo di lavoro ‘Terra dei fuochi’ e dei Carabinieri forestali del nucleo di Napoli, coadiuvati dai tecnici dell’Arpa: sono stati ritrovati a Caivano circa 10mila metri cubi di rifiuti potenzialmente pericolosi

La ‘discarica' si trova nella località denominata ‘Ex cimitero colerico’, a una profondità fino a 5 metri sotto il livello del suolo. A seguito degli scavi, l’area di 4.000 metri quadrati è stata sequestrata a scopo preventivo, con il via libera della procuratrice Maria Antonietta Troncone. In totale i metri cubi di volume investigato sono 10mila; tra di essi rifiuti combusti, rifiuti speciali da demolizione e amianto

Le indagini sui 22 siti a rischio medio proseguono, coordinate dal comandante delle Unità forestali ambientali ed agroalimentari Andrea Rispoli e pianificate dal comando regionale dei Carabinieri forestali. I militari impiegati stanno utilizzando il magnetometro e realizzando trincee con l’aiuto dei Vigili del fuoco.