Gaetano Scutellaro (Ansa)
Gaetano Scutellaro (Ansa)

Napoli, 8 settembre 2021 – Verrà revocata la licenza per le scommesse a Gaetano Scutellaro, il tabaccaio napoletano arrestato per avere sottratto a un'anziana un gratta e vinci da 500mila euro e avere tentato la fuga. L’Agenzia Dogane e Monopoli ha avviato il procedimento di revoca “alla vendita delle scommesse” nei confronti della tabaccheria di via Materdei a Napoli, coinvolta nel furto di un tagliando vincente del Gratta e Vinci.

“A causa del venir meno del rapporto fiduciario che è alla base del rapporto concessorio, Adm ha avviato il procedimento di revoca dell'autorizzazione alla vendita delle scommesse al punto vendita ubicato nella tabaccheria coinvolta nell'episodio del biglietto rubato”, scrive l'amministrazione dell’Agenzia. Sarà quindi immediata la sospensione del collegamento al sistema di raccolta a totalizzatore. Tabaccaio Napoli, in cella il Lupin del Gratta e vinci. Sognava la fuga dalla monotonia

Le scuse del tabaccaio

Secondo l’avvocato che lo sa difendendo, Scutellaro “sta molto male” dice il legale, che annuncia: “domani avrò le sue cartelle cliniche”. E arrivano anche le scuse alla vittima del raggiro. “Si scusa con tutti, soprattutto con la signora anziana, ha pianto tanto. È una persona che sta molto male, è in carcere e non riesce a ricordare i fatti. Secondo me è gravemente malato, avrò domani le sue cartelle cliniche che inoltrerò al magistrato che procede all'interrogatorio". A raccontarlo è l'avvocato Vincenzo Strazzullo, difensore di Gaetano Scutellaro.