quotidiano nazionale
21 set 2021
21 set 2021

Sanità, medici in fuga da Napoli. Il 118 chiede aiuto al Governo: "Troppa precarietà"

Da marzo ad oggi, dal Sis 118 di Napoli sono andati via 27 medici su 85

21 set 2021
Magenta - Ambulanza Croce Bianca
foto Roberto Garavaglia
Un'ambulanza
Magenta - Ambulanza Croce Bianca
foto Roberto Garavaglia
Un'ambulanza

Napoli, 21 settembre 2021 – Medici in fuga dal sistema di emergenza del 118, condizioni insostenibili e troppa precarietà spingono i sanitari all’esodo. “È un vero e proprio precipitoso abbandono di massa dal servizio, i medici stanno andando via dal Sistema 118. A Napoli, ad esempio, da marzo ad oggi sono andati via 27 medici su 85. Ma la situazione non è diversa nelle altre regioni del Paese, come ci segnalano, ormai quotidianamente, i nostri iscritti". A lanciare l'allarme è Mario Balzanelli, presidente nazionale della Società italiana Sistema 118.

"Alla base della decisione di lasciare – denuncia Balzanelli – il comune denominatore di condizioni insostenibili, progressivamente peggiorative e di precarietà complessiva legata al ruolo. Vi è la netta, marcata sproporzione tra la rilevantissima importanza del ruolo istituzionale e la sua considerazione, ad oggi purtroppo assolutamente marginale, se non totalmente priva di interesse, da parte delle istituzioni competenti". Il sistema sanitario è in sofferenza ovunque, dopo lo scoppio della pandemia anche i medici di base stanno lasciando il campo e in molti territori i mutuati sono costretti a rivolgersi ai medici di base in altri Comuni. A Napoli spaventano anche le aggressioni avvenute in questi mesi nei pronto soccorso e in corsia, ma anche gli episodi di violenza rivolti contro le ambulanze.

Approfondisci:

Napoli: baby gang assalta ambulanza dopo intervento Covid

Approfondisci:

Napoli, in ambulanza senza ossigeno sufficiente: muore durante il trasporto

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?