quotidiano nazionale
18 feb 2022

Rissa violenta tra famiglie, sei persone lottano a bastonate per dissapori condominiali

È successo a Napoli, dove quattro uomini e due donne si sono picchiati nel cortile condomimale. Tra loro, anche un 40enne ai domiciliari: denunciato per evasione. Feriti due carabinieri intervenurti per sedare l'aggressione

18 feb 2022
Controlli antidroga dei carabinieri a Roma. In meno di 24 ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 5 persone con le accuse di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Oltre mezzo chilo di dosi cocaina, shaboo e hashish sequestrate, Roma, 14 Aprile 2021. ANSA/US/CARABINIERI
Carabinieri
Controlli antidroga dei carabinieri a Roma. In meno di 24 ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 5 persone con le accuse di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Oltre mezzo chilo di dosi cocaina, shaboo e hashish sequestrate, Roma, 14 Aprile 2021. ANSA/US/CARABINIERI
Carabinieri

Napoli, 18 febbraio 2022 – Rissa violenta tra famiglie, la scintilla è scattata per dissapori di vicinato. Armate di bastoni e bottiglie di vetro, sei persone si sono picchiate di santa ragione. Tra loro, anche un 40enne agli arresti domiciliari. È stato necessario l'intervento dei carabinieri per sedare la lite scoppiata ieri sera a Napoli, nel quartiere Materdei.

Quando i militari dell'Arma, allertati da una segnalazione, sono giunti al civico 54 di vico Paradiso hanno trovato sei persone che si stavano prendendo a bastonare. I sei, divisi in un tre contro
tre, appartengono a due distinti nuclei familiari dello stesso civico e la natura del litigio è proprio legata a problemi di vicinato. Ma, quel che poteva essere discusso a tavolino o in un’aula di tribunale civile. È stato invece affrontato in strada a schiaffi e bastonate. Tutti i soggetti coinvolti – erano presenti anche due donne – sono stati denunciati per rissa, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Approfondisci:

Lite condominiale violenta a Casoria, quattro fratelli arrestati per tentato omicidio

Per quanto riguarda i precedenti penali, cinque delle sei persone sono incensurate La sesta è un 40enne che tra l'altro era agli arresti domiciliari e proprio per questo motivo è stato denunciato a piede libero anche per il reato di evasione. I sei sono stati poi medicati dal personale del 118, ma tutti hanno rifiutato il ricovero. Ad avere la peggio, come spesso accade, chi li ha divisi. I due carabinieri intervenuti, infatti, sono stati medicati all'ospedale San Paolo con prognosi di quattro e cinque giorni per "contusione all’arto superiore destro" e "escoriazioni multiple al volto". Sequestrate ai duellanti una mazza e una bottiglia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?