Caro bollette attivisti occupano sede Enel a Napoli
Caro bollette attivisti occupano sede Enel a Napoli

Napoli, 28 ottobre 2021 - Occupata la sede dell'Enel di via Alcide de Gasperi, a Napoli, da un gruppo di attivisti in protesta per il caro bollette di luce e gas. "Stop aumenti bollette e carovita", si legge su uno degli striscioni esposti dai manifestanti. 
"Rincari stimati del 30% per le bollette elettriche e del 15% per quelle del gas malgrado gli attuali interventi del Governo per calmierare gli aumenti che, quindi, si dimostrano del tutto inadeguati. Gli incrementi - denunciano - solo legati all'accresciuto costo dell'energia e la crisi del gas, ma pure alla speculazione finanziaria e al tentativo delle grandi aziende produttrici e distributrici di energia di scaricare sugli utenti i "carbon credits", le compensazioni ecologiche dovute alla loro attività inquinante e a un modello energetico che sta distruggendo il pianeta anche perché è colpevolmente ancora legato ai combustibili fossili". 
Napoli, G20 Ambiente: attivisti fanno irruzione a Palazzo Reale
Gli attivisti annunciano "assemblee e incontri" nei quartieri di Napoli per dare vita a nuove iniziative di protesta.
Prezzo benzina e metano: continua l'ascesa. Cina, diesel razionato. Le mosse sul petrolio
I ceti popolari, con la crisi e la pandemia, non possono sostenere quest'ulteriore incremento forzato dei costi e dei rincari, visto che agli aumenti dei servizi energetici si somma quello dei beni di prima necessità legati sempre al costo dell'energia. É necessario - chiedono - che il Governo, le aziende energetiche, i ricchi di questo Paese paghino i costi del disastro che le loro politiche energetiche stanno causando". 
Napoli, sciopero generale trasporto: attivisti bloccano autostrada e porto/VIDEO