Carabinieri
Carabinieri

Napoli, 11 settembre 2021 - Armati di spranghe e di un coltello, tre bengalesi hanno aggredito un negoziante e la moglie, per costringerli a consegnare circa 3mila euro, frutto dell'incasso di quella giornata. È la rapina che ha portato i carabinieri di Sant'Antimo sulle tracce dei tre complici bengalesi, accusati per rapina aggravata e lesioni in concorso. Napoli, rapinatori seriali di distributori e supermercati: arrestati

Il reato è stato commesso il primo luglio scorso, ai danni di un imprenditore loro connazionale, titolare di un piccolo negozio in Via Diaz. Dopol’aggressione alla coppia di commercianti, rimasti feriti, i tre hanno afferrato il bottino e sono fuggiti, facendo disperdere le tracce nel nulla. Grazie all'analisi delle immagini di videosorveglianza e alle testimonianze dei presenti, i militari hanno ricostruito prima il percorso dei rapinatori e poi la loro identità. Ieri,a Verona, due giovani bengalesi sono stati arrestati per sequestro di persona e violenza sessuale ai danni di una donna ivoriana, aggredita all'interno di una cella frigorifera di un noto ristorante del centro. La donan li ha denunciati ai carabinieri, poi l'arresto.