Le persone aggredite
Le persone aggredite

Pozzuoli (Napoli), 9 novembre 2021 – È presidiato dalle forze dell'ordine l'isolato di via Saba dove stamattina una troupe della trasmissione Rai “Storie italiane” è stata aggredita mentre stava conducendo una inchiesta sull'occupazione abusiva di alloggi popolari. Avviate immediatamente sia le indagini per risalire agli autori dell'aggressione, perpetrata ai danni degli inviati Rai e della vittima dell'abuso. È in corso lo sgombero dell'appartamento illegalmente occupato ai danni del legittimo assegnatario

Cosa è successo questa mattina

Troupe televisiva aggredita mentre realizzava un servizio sulle occupazioni abusive degli alloggi popolari. È successo questa mattina a Pozzuoli, nella frazione di Monterusciello, dove l’inviata Rai Carla Lombardi stava intervistando un uomo “sfrattato” da una donna in gravidanza che si è abusivamente appropriata della sua abitazione. All’improvviso un gruppo di persone si è avvicinata alla troupe della trasmissione “Storie Italiane”, con minacce e aggressioni verbali, costringendo alla fuga la giornalista, l'imperatore e gli intervistati. Roma, abitazione occupata mentre è in ospedale: 86enne dopo 20 giorni torna a casa

“Piena solidarietà alla troupe di Rai 1 balordamente aggredita" in via Umberto Saba, commenta il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, che "le forze dell'ordine possano individuare i responsabili dell'inaudita e vile aggressione nei confronti di chi stava svolgendo il proprio lavoro”.

“Siamo e saremo sempre dalla parte della legalità - sottolinea Figliolia - di chi è stato privato di un diritto, tant'è che stiamo già intervenendo per liberare gli immobili occupati. D'accordo con Prefettura, Questura e forze dell'ordine, sono stati stabiliti 30 sgomberi, di cui 15 già in esecuzione. Queste reazioni devono essere duramente condannate. Non esiste motivo per giustificare alcun tipo di violenza", conclude Figliolia. Emergenza abitativa, anziana sola a rischio sfratto: Centocelle si mobilita