Incidente scooter
Incidente scooter

Napoli, 23 giugno 2021 – Prima minaccia con un coltello un automobilista e lo rapina della sua Smart, ma non sapendo utilizzare il cambio automatico è costretto a desistere. A quel punto, quindi, decide di rubare un motorino a due giovani, ma scivola e poi cade a terra. 

Il rapinatore era in semilibertà per il Covid

Questa incredibile vicenda arriva da Portici, nell’hinterland di Napoli, dove i carabinieri della stazione locale hanno arrestato S.A. per rapina aggravata e continuata. L’uomo, un 35enne di Ercolano già noto alle forze dell’ordine, era inoltre in regime di semilibertà dal carcere di Poggioreale.

In virtù dell’emergenza sanitaria per la pandemia di Covid-19, S.A. aveva infatti ottenuto il beneficio della misura alternativa alla detenzione fino al prossimo 31 luglio. Il 35enne, però, dovrà tornare in cella prima del previsto, a seguito dell’arresto eseguito dagli uomini dell’Arma di Portici.

Ruba una Smart e poi un motorino

L’accusa, come detto, è quella di aver cercato di portare via un’automobile minacciando il proprietario con un coltello, ma date le difficoltà con il cambio automatico ha dovuto rinunciare. Così ha deciso di spostarsi nella zona di corso Garibaldi, dove ha strattonato due ragazzi per rubare loro il motorino.

A bordo del ciclomotore il malvivente ha quindi tentato di fuggire, salvo poi cadere rovinosamente a terra dopo qualche metro. Nel frattempo, allertati qualche istanti prima dai testimoni, sono intervenuti i militari dell’Arma, che hanno raggiunto S.A. e lo hanno arrestato.