Ordigno della Seconda Guerra mondiale fatto brillare nel Napoletano
Ordigno della Seconda Guerra mondiale fatto brillare nel Napoletano

Napoli, 24 aprile 2021 – Questa mattina, gli artificieri dell'Esercito Italiano hanno effettuato le operazioni di disinnesco e di brillamento di un ordigno inesploso del peso di 250 libbre, risalente al secondo conflitto mondiale e rinvenuto nel comune di Acerra, nel Napoletano.

Le operazioni

Sul posto è intervenuto un team di specialisti del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta e della Brigata bersaglieri "Garibaldi". La bomba, di fabbricazione inglese tipo GP MK, dotata di una spoletta anteriore armata, è stata rinvenuta casualmente durante gli scavi nel cantiere della linea ferroviaria Napoli-Bari.

In seguito alla ricognizione e alle valutazioni del Nucleo Specializzato, la Prefettura di Napoli ha disposto lo sgombero degli edifici e delle strade ma anche l'evacuazione del personale residente per un raggio di 300 metri dal luogo del ritrovamento dell'ordigno. La distanza di sgombero per l'entità dell'ordigno, grazie a una struttura di contenimento di nuova concezione per le attività di bonifica, è stata limitata a 334 metri, riducendo notevolmente i disagi alla collettività.

L'ultimo residuo bellico dello stesso tipo, bonificato nel settembre 2019 a Battipaglia (Salerno), ha comportato l'evacuazione di circa 36.000 abitanti; per tale complessa attività, domani il 21° Reggimento Genio riceverà la cittadinanza onoraria della città di Battipaglia.