quotidiano nazionale
12 mag 2022

Operaio morto a Napoli. Il 48enne Walter Carbone non ce l'ha fatta, indagini aperte

L'uomo era caduto ieri nel cantiere della piscina comunale di Secondigliano ed è deceduto 24 ore dopo al Cardarelli. L'area è sotto sequestro, a breve l'autopsia

12 mag 2022
La piscina comunale del quartiere Secondigliano a Napoli dove nel pomeriggio di mercoledi', durante un sopralluogo sul tetto,  e' caduto l'operaio morto oggi a seguito delle ferite riportate. 12  maggio 2022
ANSA / CIRO FUSCO
La piscina comunale di Secondigliano
La piscina comunale del quartiere Secondigliano a Napoli dove nel pomeriggio di mercoledi', durante un sopralluogo sul tetto,  e' caduto l'operaio morto oggi a seguito delle ferite riportate. 12  maggio 2022
ANSA / CIRO FUSCO
La piscina comunale di Secondigliano

Napoli, 12 maggio 2022 – È morto l’operaio precipitato ieri nella piscina comunale di Secondigliano, il 48enne Walter Carbone era gravissimo e non è riuscito a superare la fase più critica. Nella tarda mattinata di oggi è deceduto in ospedale. L’uomo, originario di Volla, lascia una moglie e due figli.

Area sotto sequestro

L’incidente è accaduto ieri durante un sopralluogo nel cantiere della piscina del quartiere napoletano di Secondigliano, dove il 48enne è precipitato nel vuoto. L'uomo era sul tetto in legno lamellare, quando è precipitato da un'altezza di circa 10-12 metri. Sull'evento indagano i carabinieri della compagnia Napoli Stella. L'area è sotto sequestro.

I militari hanno effettuato i rilievi già nella giornata di ieri, recuperando dettagli utili a ricostruire la dinamica dell’infortunio mortale e accertare cause e responsabilità. Ulteriori dettagli utili arriveranno dall’autopsia sulla salma dell’operaio che, con molta probabilità, verrà disposta dal magistrato per i prossimi giorni.

L’allarme e poi i soccorsi

Ad accorgersi della terribile caduta sono stati i colleghi di Carbone, i primi ad accorrere in suo soccorso e allertare i sanitari del 118. Le sue condizioni sono apparse subito gravi: subito la corsa d’urgenza in ambulanza al Cardarelli di Napoli e poi, 24 ore dopo, il decesso.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?