quotidiano nazionale
24 gen 2022

Nibbio Reale, 79 esemplari censiti in Campania. L'ornitologo: "Specie sempre più rara"

I rapaci sono stati avvistati nelle zone di Salerno e Avellino dall'associazione Ardea, che partecipa al monitoraggio europeo del progetto Eurokite

24 gen 2022
(DIRE) Napoli, 24 gen. - Il nibbio reale (Milvus milvus)
Un esemplare di Nibbio Reale
(DIRE) Napoli, 24 gen. - Il nibbio reale (Milvus milvus)
Un esemplare di Nibbio Reale

Napoli, 24 gennaio 2022 – Il nibbio reale sorvola la Campania, con la sua incredibile apertura alare, che può arrivare fino a 1 metro e 80 di ampiezza, affascina gli appassionati. Sono stati censiti 79 esemplari di questo bellissimo e raro rapace dal piumaggio appariscente, raggruppati in due diversi “dormitori”. A dirlo sono i volontari dell’associazione Ardea, che partecipa alla Campagna di monitoraggio nell’ambito del progetto Eurokite.

L'attività di censimento dei dormitori invernali di nibbio reale – racconta il coordinatore del monitoraggio per la Campania, Marcello Giannotti, ornitologo dell'associazione Ardea – "assume particolare rilievo in quanto consente di verificare la presenza e il trend di una specie che risulta sempre più rara, classificata dall'Iucn (Unione internazionale per la conservazione della natura) come “Near Threatened”, ovvero specie prossima alla minaccia. “Il nibbio reale – continua l’ornitologo – risente in modo sostanziale di alcune attività antropiche e, in particolare, della diffusione a macchia d'olio degli impianti eolici che, in molti casi, si vanno a sovrapporre alle aree di presenza dei nibbi e contro i quali si verificano impatti durante il volo".

Approfondisci:

Nel mondo ci sono 50 miliardi di uccelli selvatici

I due dormitori censiti sono stati rilevati in queste prime tre settimane di gennaio, uno dei quali è stato avvistato in provincia di Salerno e l'altro in provincia di Avellino, per un totale di 79 individui. Non è stato invece confermato il dormitorio cilentano, di oltre 20 individui, trovato lo scorso anno.

Il monitoraggio è iniziato nel 2011

A partire dal 2011, si svolge ogni anno su scala europea un censimento dei nibbi reali svernanti, nell'ambito del progetto Eurokite, anche l'Italia partecipa alle attività con il coinvolgimento degli ornitologi delle regioni dove è registrata la presenza di dormitori. Durante la stagione invernale, infatti, molti nibbi reali, provenienti dalle latitudini più settentrionali, si stabiliscono nelle regioni europee più a sud dove, durante le ore notturne, formano dei dormitori (roost) composti da un numero variabile di individui.

Approfondisci:

Uccelli rari, ecco le specie più ricercate. L'appello: aiutateci ad avvistarli ancora

Il 2022 ha confermato la presenza della specie in due dormitori con un totale di 79 nibbi reali, "censiti – aggiunge Giannotti – grazie all'impegno dei soci Ardea: Arnaldo Iudici, Roberta Teti, Nicola Campomorto, Salvatore Ferraro, Massimo Garufi, Mauro Ciociano, Aurora Civilla, Tullia Guardia, Giorgia e Conchita Riccio, Florian e Larsen Miinea. Naturalmente, anche nei prossimi anni, continueremo a monitorare e tutelare questa meravigliosa e vulnerabile specie".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?