Covid, variante indiana a Napoli: negativi i test sui due soggetti
Covid, variante indiana a Napoli: negativi i test sui due soggetti

Napoli, 28 Aprile 2021 - Non è la variante indiana del Covid-19 ad aver colpito i due casi sospetti a Napoli. Il responso dei controlli incrociati effettuati da Cotugno, Tigem e Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Portici su due casi sospetti del nuovo ceppo è negativo. A chiedere le verifiche è stato l’Istituto Superiore di Sanità, dopo la schedatura dei due casi provenienti dalla Asl Napoli 1.

​I risultati 

Dal sequenziamento dei due campioni dei soggetti provenienti dall'Asl Napoli 1 Centro, quindi, non è risultata la presenza della variante indiana, l'ultima ad allarmare gli esperti. Gli esami di controllo, al di là della variante specifica, servono a monitorare la diffusione di eventuali altre varianti del virus Sars-Cov-2. Si tratta di un'iniziativa promossa dalla Regione Campania e condotta dall'Azienda Ospedaliera dei Colli in sinergia con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e con il Tigem.

​Cos'è la variante indiana

La variante indiana del Covid, secondo quanto riportato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel suo rapporto settimanale, potrebbe essere più contagiosa e resistente ad alcuni vaccini e trattamenti. La variante include, a sua volta, ulteriori mutazioni e una minore capacità di neutralizzare il virus con alcuni trattamenti con anticorpi monoclonali. In conseguenza dell’alert scattato a livello internazionale, in Italia un’ordinanza ministeriale vieta l’ingresso a chi, negli ultimi 14 giorni, abbia soggiornato in India.