Incidente stradale
Incidente stradale

Napoli, 9 novembre 2021 - È stato causato dallo speronamento da parte di un'altra auto l'incidente dello scorso 13 giugno nel Napoletano, nel quale il 43enne Carlo Postiglione ha perso la vita e un'altra persona è rimasta ferita. È quanto emerso dalle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord e culminate oggi nell'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 60enne ritenuto responsabile dei reati di omicidio volontario e di tentato omicidio.

Lo speronamento era avvenuto a Varcaturo, una frazione di Giuliano in Campania. I carabinieri che oggi hanno eseguito l'ordinanza erano intervenuti sul luogo dell'incidente, dove il Il conducente di un'auto aveva apparentemente perso il controllo del veicolo impattando violentemente contro un palo. Tuttavia, dalla visione dei filmati di alcune telecamere di sorveglianza della zona, si è accertato che le due persone a bordo dell'auto erano state speronate da un'altra vettura, che poi si è data alla fuga.

Le indagini, anche attraverso l'esame dei dispositivi di geolocalizzazione installati sulle auto coinvolte, hanno consentito di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto, individuando l'autore dello speronamento. Positano, incidente: 17enne morta, arrestato l’autista del minivan, positivo alla cannabis

Poco prima dell'evento, vicino a un locale in provincia di Caserta, i tre soggetti coinvolti, per futili motivi, avevano avuto un diverbio a seguito del quale le due vittime si erano allontanate. I tre si sono incontrati nuovamente pochi minuti dopo: l'auto delle vittime, ferma lungo la strada, è ripartita danneggiando accidentalmente l'auto del 60enne che, immediatamente, si è posto al loro inseguimento. Il pedinamento si sarebbe concluso con il violento ultimo impatto ad alta velocità su via Madonna del Pantano che avrebbe provocato l'uscita di strada e lo schianto del veicolo condotto da Carlo Postiglione per il quale non c'è stato nulla da fare. Torre del Greco, investe due donne sulle strisce e fugge: indagata una 79enne di Portici