Una dose di Astrazeneca
Una dose di Astrazeneca

Napoli, 14 Giugno 2021- Porte chiuse nei centri vaccinali della Asl Napoli 2 Nord fino a mercoledì. E' stata questa la decisione dell'Azienda Ospedaliera dopo la grande adesione alle vaccinazioni anti-Covid negli ultimi giorni da parte dei cittadini, che hanno così terminato le scorte (la scorsa settimana da questa Asl sono state somministrate 82.359 dosi di vaccino, di cui circa il 15% erano Astrazeneca o Johnson & Johnson) e le nuove indicazioni normative provenienti dal Governo. 

Scorte terminate

"A fronte di una grande adesione della popolazione residente sul territorio dell'Asl Napoli 2 Nord alla campagna vaccinale - si legge in una nota - infatti, le dosi di vaccino non sono sufficienti a soddisfare la grande richiesta". L'Asl Napoli 2 ha fatto però sapere che le vaccinazioni resteranno attive in quattro centri per garantire i richiami: Bacoli, Mugnano, Casavatore e Casalnuovo.

Una chiusura che servirà anche per preparare il personale alle nuove disposizioni governative: "La chiusura fino a mercoledì permetterà anche di riorganizzare la campagna vaccinale alla luce delle nuove indicazioni normative". 

Infine, il timore di nuovi rallentamenti: "Il divieto di utilizzo di questa tipologia di vaccini determinerà certi rallentamenti alla campagna vaccinale, a meno di sostituzione con altrettante dosi di Pfizer o Moderna".

Asl Napoli 1: chiusi 3 hub

Ma le scorte dei vaccini stanno terminando anche alla Asl Napoli 1. Con Pfizer e Moderna in esaurimento, da domani fino a mercoledì resteranno aperti soltanto due hub su cinque: alla stazione Marittima e in Fagianeria, a Capodimonte, saranno somministrate 1500 dosi di Moderna ciascuno. Sarà aperto anche il sito vaccinale Eav dove verranno inoculate però soltanto 200 dosi di Pfizer. Chiusi invece, e sottoposti a sanificazione, la Mostra d'Oltremare, l'hangar di Capodichino e il Museo Madre.