Napoli, maxirissa su un autobus a Ischia: tre feriti e sei denunciati
Napoli, maxirissa su un autobus a Ischia: tre feriti e sei denunciati

Napoli, 2 maggio 2021 – Violenta lite su un autobus a Ischia, nel Napoletano. I protagonisti degli scontri sono i membri di una famiglia e un altro uomo, estraneo al nucleo famigliare, che ieri sera hanno fatto esplodere una vera e propria rissa per via di un mancato gesto di scuse. Il bilancio è di tre persone ferite, compreso l’autista del mezzo, e sei denunciate.

La dinamica della rissa 

Poco dopo le 19, sull’autobus appena partito dal capolinea di piazzale Trieste, uno dei componenti della famiglia è inciampato su di una signora seduta, senza chiedere scusa. Il gesto è stato sottolineato dal marito della donna e sono bastati pochi attimi per far degenerare la situazione. Quest’ultimo, incensurato come tutti gli altri protagonisti della vicenda, ha colpito con un violento pugno al volto il suo contendente.

Per difendere il parente ferito, di 37 anni, gli altri quattro membri della famiglia, tra questi anche una donna, si sono scagliati contro l’aggressore, dando vita a una violenta colluttazione, che ha coinvolto anche l'autista del bus. Quest’ultimo, dopo aver fermato il mezzo ed essere intervenuto per sedare gli animi, è stato colpito al petto da un pugno.

L’intervento dei carabinieri 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Ischia, che hanno fermato i contendenti e identificato gli autori della lite, diversi dei quali sono stati accompagnati presso l’ospedale Rizzoli per essere medicati. Per il marito della signora sono cinque i giorni di prognosi, 30 quelli per il 37enne, che ha riportato la frattura del setto nasale, e due per l'autista dell'autobus.