Napoli, usava drone per spacciare la droga: arrestato 43enne
Napoli, usava drone per spacciare la droga: arrestato 43enne

Napoli, 9 Maggio 2021 - A volte la tecnologia può sorprendere davvero, soprattutto quando viene usata per scopi 'alternativi'. E' il caso di G.S., 43 anni, napoletano, che, da esperto qual è nell'utilizzare il drone, se ne serviva per spacciare la droga e controllare i movimenti di Polizia e Carabinieri.

L'arresto

Aveva tutto sotto controllo, dal suo appartamento di vico dei Candelari poteva gestire tranquillamente i suoi traffici illegali. G. S. aveva a sua disposizione anche il lastrico solare del palazzo nel quale abitava, dove aveva addirittura disegnato una sorta di piattaforma di lancio dalla quale partiva e atterrava il drone. Insomma, il 43enne, pur trovandosi agli arresti domiciliari, continuava a sorvegliare la "sua" piazza di spaccio, nei pressi di Porta Capuana.

Quando gli agenti del commissariato Vicaria Mercato sono entrati nell'abitazione dell'uomo, hanno trovato 130 grammi di eroina, impacchettati in 5 involucri, che aveva nascosto in un buco sul terrazzino di casa e 1755 euro in banconote di vario taglio, ritenuti incasso delle vendite. Accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio, di recente le forze dell'ordine gli avevano già sequestrato un sofisticato sistema di videosorveglianza, composto da ben cinque telecamere, che usava, appunto, per controllare i movimenti della Polizia e dei Carabinieri.

Gli investigatori non escludono che, prendendo spunto dai recenti progetti di Amazon, il pusher consegnasse anche la droga ai suoi clienti con quel drone, il cui pilotaggio è consentito solo dopo il conseguimento di un corso di abilitazione.