Napoli, 15 maggio 2021 – È stato inaugurato oggi a Napoli, in piazza Nazionale, il murale dedicato alla piccola Noemi, la bambina che il 3 maggio del 2019 fu ferita gravemente, proprio in quella piazza, da un proiettile vagante durante una sparatoria di camorra. Presente alla cerimonia la piccola di 6 anni, che ha colorato una parte del murale posto sul muretto dell'anfiteatro di piazza Nazionale.

L'opera raffigura lo sguardo di Noemi, due occhi azzurri che testimoniano una tragedia sfiorata e il valore dell'impegno civico contro la camorra. A realizzarla, gli artisti Giulia Salamone, in arte Noeyes, e Vittorio Valiante, con il coordinamento di Inward Osservatorio sulla Creatività Urbana che sostiene la street art e il muralismo.

L’inaugurazione del murale 

All’iniziativa, organizzata dai genitori di Noemi con la collaborazione della Fondazione Polis della Regione, del Comune e della IV Municipalità, hanno partecipato il presidente della Commissione parlamentare antimafia Nicola Morra, l'arcivescovo di Napoli Mimmo Battaglia, il prefetto della città Marco Valentini e i rappresentanti delle Fondazioni Polis e Santobono.

Valentini, intervenendo durante l’inaugurazione, ha sottolineato come l'opera manifesti, "attraverso colori e immagini dal forte valore simbolico, l'impegno della società civile nell'affermazione dei principi della legalità e del contrasto a tutte le forme di violenza e di sopraffazione".

Lamorgese: “Gli occhi di Noemi restituiranno fiducia e speranza” 

Anche la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha voluto dedicare un pensiero all'iniziativa e alla piccola Noemi: “Quella di oggi è una giornata importante per la città di Napoli. Piazza Nazionale, teatro due anni fa di un aberrante fatto criminale, è la testimonianza concreta di una comunità che crede nella civile convivenza e nel rifiuto di ogni forma di violenza. Gli occhi della piccola Noemi, dipinti al centro della piazza, restituiranno un volto di fiducia e di speranza a quei luoghi, segnati dalla memoria di un evento drammatico, ricordando in modo fortemente evocativo il diritto di tutti i bambini di vivere serenamente in una città senza mafie", le sue parole.

Lamorgese, inoltre, ha espresso vicinanza “a tutte le vittime della violenza e il mio convinto supporto a quelle iniziative delle Istituzioni, delle associazioni e dei singoli cittadini capaci di rappresentare, a Napoli come altrove, i valori della giustizia e della legalità".