Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis

Napoli, 30 Giugno 2021 – Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, si è presentato davanti ai cronisti in conferenza stampa all'hotel St. Regis di Roma dove lanciato una proposta molto particolare sul riavvio del prossimo campionato di Serie A, facendo appello direttamente al primo ministro Mario Draghi: “Non dovremmo ripartire se ci aprono gli stadi solo al 25% degli spettatori - ha detto -. Non credo che Draghi sia così irresponsabile, il premier dovrebbe dire che si parte tutti il primo dicembre”.

Siamo tutti in rosso a causa della pandemia”

De Laurentiis ha definito i contorni della sua idea, legata alla pandemia da Covid-19: “Draghi ha grande credibilità in Europa, perché non convince i suoi colleghi a resettare tutti all'unisono le partenze dei rispettivi campionati posticipandone l'inizio a una data che sia foriera di serenità, tranquillità, sul piano vaccinale? Siamo tutti in rosso grazie al Covid. Bisogna trovare una soluzione per tutti”.

Il presidente partenopeo si è così rivolto direttamente al presidente del Consiglio: “Si vuole ricominciare tutti con entusiasmo. Ti prego e ti scongiuro, c'è tanto da fare nel calcio e non è mai stato fatto nulla. Sono 40 anni che c'è una legge sbagliata e nessuno la cancella. E il governo non fa nulla”, ha affermato.

Superlega sbagliata, ma Perez ha detto le cose come stanno”

Poi è stato incalzato dai giornalisti sulla Superlega, chiarendo anche alcune voci circa il coinvolgimento nel progetto anche del Napoli: “Florentino Perez non mi ha mai contattato. Non sono mai stato a favore della Superlega, ma Florentino ha avuto il merito di dire che le attuali competizioni non servono ai nostri bilanci”.

E proprio sul tema economico il presidente ha spiegato: “L'obiettivo del Napoli per la prossima stagione? Io ho bisogno di far quadrare i conti e di tornare in Champions League. Non basterà forse neanche vendere solo un giocatore. Il mercato comincia domani ufficialmente: nessuno è incedibile per delle proposte appropriate. Il rinnovo di Insigne? Vedremo dopo l’Europeo”.

Spalletti uomo giusto per il Napoli”

Infine, un commento su Spalletti, il nuovo allenatore della squadra: “Credo sia l’uomo giusto per il Napoli, sa allenare le squadre molto bene e sa gestire le situazioni di spogliatoio: penso a Roma e Inter. Ho sempre avuto grande considerazione e stima di lui. Quando era già sotto contratto con lo Zenit mi venne a trovare, ma poi virammo su altri. Quando lo vedo? Ci siamo dati appuntamento venerdì alle 12.30 a Castelvolturno”.