Da covo del clan ad asilo nido: a Castellamare rinasce la "Salvati"
Da covo del clan ad asilo nido: a Castellamare rinasce la "Salvati"

Napoli, 21 Maggio 2021 - Tutti la conoscevano per essere la scuola dove Luigi D'Alessandro, 23 anni, e suo padre il boss Pasquale D'Alessandro, si riunivano insieme agli altri vertici del clan omonimo. Il figlio, addirittura, ne possedeva le chiavi e, quindi, poteva entrare e uscire quando voleva dalla struttura.

Ma la scuola elementare "Salvati" di Castellammare di Stabia, all'interno del rione Scanzano, oggi cambia volto, perché diventerà un asilo nido comunale. La presenza dello Stato deve dare fiducia alla popolazione: "La rinascita passa attraverso la cultura e la legalità'', afferma il sindaco Gaetano Cimmino. 

Il progetto approvato

La giunta comunale di Castellammare di Stabia, guidata dal sindaco Gaetano Cimmino, ha approvato il progetto definitivo del Centro parrocchiale del rione Annunziatella ed il progetto di fattibilità tecnico-economica per l'asilo. I due progetti sono candidati all'avviso pubblico per ottenere i fondi stanziati dal ministero dell'Interno e dal ministero dell'Istruzione. ''Riqualificazione urbana, recupero di pezzi di città sottratti alla camorra, lotta alla dispersione scolastica e alla povertà sociale". aggiunge Cimmino.